Inter > Inter News > dal campo > Europa League, Tottenham-Inter 3-0: nerazzurri inguardabili, qualificazione compromessa

Europa League, Tottenham-Inter 3-0: nerazzurri inguardabili, qualificazione compromessa

Il gol di Sigurdsson - Getty Images

EUROPA LEAGUE, TOTTENHAM-INTER 3-0 / LONDRA (Inghilterra) – Figuraccia Inter. La squadra di Stramaccioni èpraticamente fuori dall’Europa League dopo il pesante 3-0 subito in terra inglese contro il Tottenham nell’andata degli ottavi di finale. Nonostante due occasioni clamorose, i nerazzurri non sono praticamente mai in partita e subiscono una lezioni di gioco dagli uomini di Villas Boas. Alla prima occasione gli inglesi vanno in vantaggio: cross dalla sinistra di Sigurdsson per Bale che ruba il tempo a Cambiasso e di testa manda il pallone all’angolino alla sinistra del portiere. Subito dopo Defoe si beve due difensori con una finta ma il suo sinistro è ribattuto da Handanovic. I nerazzurri provano a reagire con un destro dal limite di Kovacic che termina di poco alto. Ma è il Tottenham a segnare ancora: traversone basso di Lennon da destra, Defoe controlla e tira, sulla respinta di Handanovic c’è il tap-in vincente di Sigurdsson. Gli Spurs sono padroni del campo e con una serie di passaggi fa girare la palla tra le statuine in maglia rossa. Prima dell’intervallo però l’Inter potrebbe riaprire l’incontro: il passaggio filtrante di Cassano, deviato da un difensore, mette Alvarez solo davanti a Friedel, ma l’argentino calcia clamorosamente a lato col sinistro. Nella ripresa Stramaccioni manda in campo Palacio come a Catania, ma a differenza di domenica i londinesi non falliscono il colpo del ko con un colpo di testa di Vertonghen che su corner di Bale lascia sul posto Cambiasso e anticipa Chivu siglando il tris. L’esterno gallese potrebbe calare il poker poco dopo con un’azione personale conclusa di poco a lato col mancino, mentre Handanovic nega la gioia del gol a Defoe deviando in angolo un destro sul primo palo. Il portiere sloveno si ripete poi su Lennon che dopo il tunnel su Chivu si fa parare il tiro ravvicinato. Ad un quarto d’ora dal termine Palacio emula Alvarez e a tu per tu col portiere avversario da posizione centrale gli calcia addosso. In casa Inter si è detto a più riprese che l’Europa League era un obiettivo secondario rispetto al terzo posto in campionato: giocando così, però, nessun traguardo potrà essere mai raggiunto…

TOTTENHAM-INTER 3-0
6′ Bale, 18′ Sigurdsson, 53′ Vertonghen

TOTTENHAM (4-2-3-1): Friedel; Walker, Gallas, Vertonghen, Assou-Ekotto; Dembele (64′ Livermore), Parker; Lennon (82′ Naughton ), Bale, Sigurdsson (71′ Holtby); Defoe. All. Villas Boas

INTER (4-2-3-1): Handanovic; Zanetti, Ranocchia, Chivu, Juan Jesus (46′ Palacio); Gargano, Cambiasso; Alvarez (67′ Jonathan), Kovacic (55′ Guarin), Pereira; Cassano. All. Stramaccioni

ARBITRO: Antonio Matheu Lahoz

NOTE: ammoniti Bale (T), Guarin, Pereira (I)