Cori offensivi a Reggio Emilia: a cosa va incontro l’Inter

0
97
Tifosi dell'Inter (curvanordmilano.net)

SASSUOLO-INTER TIFOSI INTERISTI / REGGIO EMILIA – “Colerosi e terremotati che col sapone non si sono mai lavati”, questa sarebbe l’espressione usata ieri a Reggio Emilia dai tifosi interisti in un coro evidentemente di “discriminazione territoriale“. Un’accusa piovuta dal senatore Pdl Antonio Gentile (“E’ una vergogna che le partite non vengano sospese in caso di cori come questo”) che, se confermata, potrebbe costare carissima alla stessa Inter. Dopo i “buu” a sfondo razziale nel derby d’Italia, costati alla società nerazzurra la chiusura della Curva Nord nella prossima sfida casalinga contro la Fiorentina (giovedì 26 settembre) , il club di Corso Vittorio Emanuele adesso potrebbe rischiare – essendo la seconda ‘violazione’ della stagione, dopo la circolare emanata dalla FIGC il 5 agosto scorso, che di fatto ha eliminato l’articolo 11 del Codice di Giustizia Sportiva (rileggi qui) – la chiusura di tutto lo stadio ‘Meazza’ nel prossimo match contro la Roma (5 ottobre) e un’ammenda di 50mila euro.

 

R.A.