Chievo-Inter, Mancini: “Credo al terzo posto. Voglio bene a Balotelli, sicuro che la società…”

0
59
Roberto Mancini

CHIEVO-INTER MANCINI / APPIANO GENTILE – Contro il Chievo, lunedì sera avversario al ‘Bentegodi’, Mancini va a caccia della prima vittoria in campionato sulla panchina dell’Inter, dove finora ha raccolto la miseria di un punto, nel derby, e due sconfitte contro RomaUdinese. Alla vigilia della sfida contro i clivensi, che nelle ultime cinque giornate hanno collezionato nove punti, ha parlato il tecnico nerazzurro dalla sala stampa di Appiano Gentile.

Conferenza MANCINI
“Faccio i complimenti a chi giovedì ha giocato in Europa League. Compreso i giovani, che hanno avuto un’attitudine straordinaria nella partita”. Chievo? “Sarà una partita difficile, dobbiamo ripartire dal primo tempo con l’Udinese. Ho fiducia nei miei giocatori, sono convinto che abbiano molto di più da dare rispetto a quanto dato fino ad oggi. Contro il Chievo giocheremo per vincere con una nostra idea di gioco e un atteggiamento sempre propositivo”.

Hernanes? “E’ un giocatore importante che non possiamo permetterci di perdere per altro tempo. Deve stare in condizione per poter esprimere tutte le sue qualità”. Jonathan? “Non è pronto, lo rivedremo dopo dicembre”. Balotelli ritorna? “L’ho sentito per l’ultima volta due anni fa. Gli voglio bene e sono un suo tifoso, spero di vederlo felice”. Sylvinho? “Purtroppo non può giocare (ride, ndr), sarà molto utile per noi”.

Mercato di gennaio? “Credo la società sia nelle condizioni di poter fare qualche operazione”. Palacio? Bisogna ringraziarlo perché è sempre a disposizione pur avendo ancora dei problemi alla caviglia”. Sorpreso dalle parole di Kovacic? “Ha 20 anni, normale che dica quello che pensi…”. Cessione eccellente? “Non credo che accadrà, piuttosto noi dovremo puntellare la squadra per inseguire l’obiettivo Champions League, alla portata della mia squadra”. Sorteggio Europa League? “Non cerco rivincite contro Villarreal e Liverpool. Gli altri dovranno temerci, la squadra sta apprendendo velocemente e da qui a febbraio sono sicuro che migliorerà moltissimo”.