Inter, Mancini parla chiaro: “Champions fondamentale. Kovacic regista”

0
94
Roberto Mancini
Roberto Mancini

INTER MANCINI / MILANO – Dopo il brutto pareggio di Empoli, e la successiva vittoria del Napoli contro la Lazio, l’agognato terzo posto è tornato distante sette punti. Tanti, visto anche il numero di squadre che sono davanti. Però Mancini non la pensa così: “Ci manca qualcosa, motivo per cui abbiamo bisogno di tempo. Ma il campionato è lungo, credo che in Champions possiamo arrivarci: o arrivando terzi, o attraverso altre strade”, ovvero l’Europa League. Il tecnico pensa in grande: “L’Inter dovrà tornare a lottare per lo scudetto già dall’anno prossimo, tra due sarebbe troppo tardi. Ma molto passa dalla conquista della Champions in questa stagione”, le sue parole a ‘Tiki Taka’. Champions che molto potrebbe incidere sul mercato estivo, soprattutto sul fronte cessioni. Restando al presente. L’Inter ha bisogno di “grandi giocatori“, dice lo jesino, “che vanno presi per riformare una grande squadra”. E di confermare chi ‘grande’ lo potrebbe diventare. Chiaro riferimento a Icardi e Kovacic, che Mancini veste da ‘regista’: “Potrebbe avere le qualità giuste per far cominciare la nostra azione. Anche Mauro ha qualità importanti, è giovane e per questo ha ancora margini di miglioramento. Se diventerà un grande centravanti o un attaccante normale dipenderà da lui: deve lavorare molto, ma la voglia ce l’ha”. Cerci? Era nella nostra lista, ma sono felice che sia andato al Milan“. Lista in cui non c’è, forse, il nome di Mario Balotelli: “Gli voglio bene, spero possa tornare ad essere il giocatore di qualche anno fa”.

Raffaele Amato