Cagliari-Inter, Mancini: “Subiti troppi gol? Colpa di tutti. Kovacic non può essere…”

0
70
Roberto Mancini
Roberto Mancini

CAGLIARI-INTER CONFERENZA MANCINI / APPIANO GENTILE – L’Inter si rituffa in campionato dopo l’incredibile pareggio di Glasgow in Europa League. Domani sera allo stadio ‘Sant’Elia’, la squadra nerazzurra affronterà il Cagliari di Gianfranco Zola, terz’ultimo in campionato ma che nelle ultime tre partite casalinghe è riuscito a conquistare due vittorie contro Cesena e Sassuolo. Alla vigilia della sfida, ha parlato in conferenza stampa il tecnico interista Roberto Mancini.

Squadra pronta per la terza vittoria consecutiva in campionato?
“Lo spero, ma non sarà facile contro il Cagliari, squadra solida e in salute. Sono contento che Zola sia tornato in Italia”.

Kovacic come sta?
“L’Inter non può essere costruita attorno a Mateo perché è un ventenne. Deve imparare a fare alcune cose, però è il futuro del club. Domani gioca? Vedremo”.

Podolski?
“Sta migliorando e sono contento che si stia ambientando in Italia”.

Come sta Ranocchia?
“In generale sta bene, anche se da tre settimane si porta dietro un problema al ginocchio”.

Causa dei troppi gol subiti?
“Il gol preso non è mai colpa di un singolo, ma di tutti”.

Andreolli e D’Ambrosio saranno disponibili per Cagliari?
“Sì, potrebbero giocare a partita in corso”.

Hernanes fuori dal progetto?
“Come Kovacic, non è felice di giocare. Dispiace lasciarlo fuori, sicuramente avrà la sua chance”.

Domani gioca Dodò?
“Potrebbe, sì”.

Shaqiri il trascinatore di questa Inter.
“Sta giocando nella posizione più ideale alle sue caratteristiche. Ha esperienza, è un grande giocatore. Però le grandi squadre si basano su 16-17 giocatori di alto profilo”.