Inter-Cesena, Mudingayi: “Non ho il dente avvelenato, ma Mazzarri…”

0
237
Gaby Mudingayi
Gaby Mudingayi

INTER-CESENA MUDINGAYI MAZZARRI CR7 / CESENA – La sfida di domani sera a ‘San Siro’ contro il Cesena sarà molto particolare per l’ex di turno Gaby Mudingayi: “Non giocherò con il dente avvelenato perché io dell’Inter conservo solo bei ricordi e sono ancora in buoni rapporti con i miei ex compagni – ha detto il mediano belga alla ‘Gazzetta dello Sport’ – Dobbiamo dare il massimo domani, io sono ottimista per natura. Cosa non è andato all’Inter? Sono arrivato in un grande club a 31 anni ma non ho potuto godermi questa gioia a causa degli infortuni: prima una lesione legamentosa e poi la rottura del tendine d’Achille che mi ha messo fuori squadra per cinque mesi. Nel conto poi va messo il cambio dell’allenatore. Mi ha voluto fortemente Stramaccioni ma con Mazzarri è cambiato tutto. Lui aveva in testa una squadra nella quale non c’era posto per me. Dopo un confronto, mi disse che sarebbe arrivato anche il mio momento. Venivo dal secondo infortunio e davanti avevo Cambiasso. Ho lavorato tanto per avere una nuova chance che non mi è mai stata concessa”.

Mudingayi parla poi dell’espressione sempre arrabbiata del suo volto quando gioca a calcio: “Faccio il lavoro sporco e c’è poco da scherzare. Anche gli arbitri mi dicono di sorridere ogni tanto. Ma non ci riesco… Giocare senza divertirsi? La differenza tra me e Cristiano Ronaldo è che lui va al campo a giocare, io a lavorare”.

M.R.