Inter, conferenza Juan Jesus: ”Io migliorato da terzino. Rimango per i prossimi 5 anni”

0
226
Juan Jesus
Juan Jesus

INTER CONFERENZA JUAN JESUS / MILANO – Ad Appiano Gentile è tempo di conferenza stampa in vista della gara contro la Roma. Dopo Medel, Shaqiri e Ranocchia, oggi ha parlato Juan Jesus: ”La prestazione nel derby sicuramente ci darà morale e voglia per fare bene contro la Roma. Domenica, quando sono entrato, mi è venuta la pelle d’oca perché da bambino tutti vogliono giocare in stadi così. Il derby è stata una bolgia, peccato per il risultato ma complimenti ai tifosi. Europa? Finché c’è la matematica ci speriamo ancora, sicuramente la sconfitta contro la Fiorentina aumenta il nostro rammarico, era un’occasione persa. Dove mi trovo meglio? Da centrale sicuramente, però da terzino penso di essere migliorato. Ho preso un po’ di esperienza, conoscenza del calcio italiano, misure sul campo, ho fatto degli errori ma ho 23 anni e tutti possono sbagliare. Devo solo stare attento e concentrato, sto lavorando per questo e penso si sia visto nelle ultime 3 gare. Non so se tornerò da centrale più forte o resterò terzino, faccio quello che il mister mi chiede al meglio possibile. Io e Ranocchia insieme? E’ vero, singolarmente siamo forti ma è difficile spiegare perché non riusciamo ad essere una coppia solida: forse è un anno particolare e hanno preso noi come bersaglio. Critiche? Le accetto solo se sono costruttive. Roma? Dobbiamo approfittare di questa occasione, non sono quelli di prima, pensavo potessero puntare allo scudetto. Per la prossima stagione dobbiamo trovare più continuità, abbiamo alternato troppe partite buone a meno buone, non era un problema di tattica e tecnica ma solo di testa, prendiamo esempio di quest’anno e diamo il 100% ogni partita. Devo continuare a fare il massimo per creare una fiducia, non ho mai letto il mio nome sul mercato, qui mi sento a casa e non cambierei l’Inter per niente. Sono e sarò un giocatore dell’Inter per i prossimi 5 anni.

Stefano Migheli