Shaqiri ‘attacca’ l’Inter: “Mi fecero manipolare da un vecchio signore. E Mancini…”

0
77
Xherdan Shaqiri con la maglia dello Stoke City ©Getty Images
Xherdan Shaqiri con la maglia dello Stoke City ©Getty Images

EX INTER SHAQIRI / STOKE (Inghilterra) – “Non mi aspettavo che questa mia decisione non fosse almeno inizialmente compresa. Però negli ultimi quattro mesi ho giocato tutte le partite, tranne quelle saltate per infortunio. Questo dimostra che ho preso la decisione migliore nel venire in Premier League e che sono sulla strada giusta”. Pensieri e parole dell’ex nerazzurro Shaqiri, in estate volato allo Stoke City, che ai microfoni di ‘Blick!’ ha anche parlato di Mancini e raccontato con vena polemica un anneddoto sulla sua breve e infelice esperienza all’Inter.

“Con il mister non ho mai avuto alcun tipo di problemi, ma lui ha spesso cambiato opinione su di me. Una volta per farmi guarire in fretta da un infortunio in vista di una partita, mi dissero che c’era un guaritore miracoloso che viveva in montagna (chiaro il riferimento a Sergio Viganò, ex fisioterapista dell’Inter e grande amico di Mancini, attualmente presidente della Luese, ndr). Mi feci mezz’ora di macchina per farmi ‘manipolare’ da un vecchio signore che alla fine non risolse un bel nulla. Anche per questo motivo dico che lo Stoke City è stata una scelta indovinata: qui si lavora in maniera professionale, ci sono sette fisioterapisti che ti esaminano ogni giorno fianchi, piedi e gambe”.

R.A.