Home Pagelle - I voti degli esperti Inter-Palermo 3-1, le pagelle: riscattate il soldato Ljajic! Perisic-monstre

Inter-Palermo 3-1, le pagelle: riscattate il soldato Ljajic! Perisic-monstre

Adem Ljajic (Getty Images)
Adem Ljajic (Getty Images)

INTER-PALERMO PAGELLE / MILANO – L’Inter si conferma in crescita battendo il Palermo: a ‘San Siro’ finisce per 3-1, con reti di Ljajic, Icardi e Perisic. I nerazzurri sembrano essersi ritrovati e più che il risultato positivo, lo dimostra l’atteggiamento battagliero avuto per tutta la gara.

INTER 

Carrizo 6,5 Difficile opporsi al tiro tesissimo di Vazquez, per il resto è autore di una buona prestazione. Nel finale si frappone a Djurdjevic impedendogli di siglare il 3-2.
D’Ambrosio 5,5 Come Nagatomo, anche l’ex Torino incontra qualche difficoltà di troppo in fase difensiva, al punto che Mancini impone loro di scambiarsi la fascia di competenza. Meglio in avanti, dove si propone con continuità.
Miranda 6 In ritardo su Vazquez in occasione del 2-1, ma ha il grosso merito di far sparire dal campo un avversario ostico come Gilardino.
Murillo 6 Respinge colpo su colpo ma dalla sua parte arrivano più pericoli, più che altro a causa dello scarso apporto di Nagatomo. Il colombiano però risponde alle difficoltà in modo più che efficace.
Nagatomo 5,5 Con un Perisic così, a sinistra non gli resta molto da fare in fase offensiva. Così, si accontenta di coprire le spalle al croato, ma è responsabile sul 2-1 di Vazquez: chiudere su Rispoli era una sua responsabilità.
Medel 6 Serata tranquilla per il ‘Pitbull’. Ljajic si abbassa molto per aiutarlo e questo toglie pressione al cileno, permettendogli di ragionare e di non angustiarsi troppo.
> dall’88’ Melo sv
Kondogbia 6,5 Perde qualche pallone di troppo, ma è quasi ingeneroso sottolinearlo. Il francese, infatti, è protagonista di una buona gara: gioca con personalità, recupera un’infinità di palloni e a fasi alterne riesce a nasconderli ai rosanero con veri e propri giochi di prestigio.
Perisic 7,5 Nel primo tempo è un autentico fattore: sulla sua corsia fa praticamente quello che vuole e il gol di Ljajic nasce dal suo suggerimento. Nella ripresa timbra il cartellino con un puntuale inserimento in area di rigore, e nel finale sciupa addirittura la doppietta.
Palacio 6,5 Come al solito si sacrifica tanto, ma ricama anche qualche invenzione per i compagni (assist a Icardi). Nella ripresa prova a mettersi in proprio ma Sorrentino si oppone al suo preciso colpo di testa. Il suo lavoro, di per sé, è fondamentale per l’equilibrio del reparto.
> dal 79′ Biabiany sv
Ljajic 7 Sblocca la gara con un destro da fuori area. Nel complesso sta bene e si vede, poi anche la posizione che gli viene cucita addosso sembra calzargli a pennello. Difficile credere che potrebbe non essere riscattato a fine stagione.
> dal 66′ Brozovic 6 Entra a vantaggio già ampiamente acquisito e non ha grandi occasioni per mettersi in mostra.
Icardi 7 Impallina Sorrentino per il 2-0 con un movimento da bomber vero, ma è fondamentale anche come supporto al gioco di squadra. Lo testimoniano l’assist a Perisic e le tante trame imbastite con i compagni di reparto.

Mancini 6,5 Aveva chiesto alla squadra di confermare i progressi fatti contro la Juventus e, nonostante le veementi indicazioni dalla panchina, potrà essere soddisfatto. L’Inter vince, ma soprattutto ritrova l’atteggiamento rabbioso e pragmatico di inizio stagione. Il tecnico d’altro canto ci mette del suo, azzeccando tutte le scelte. E non passa inosservato il segnale lanciato a fine gara, quando, per mandare in campo Melo, sceglie di sostituire Medel piuttosto che rinunciare a un attaccante.

PALERMO 

Sorrentino 6 Senza di lui il passivo sarebbe più pesante.
Vitiello 5 Il confronto con Perisic è impietoso.
Gonzalez 4,5 Si perde Icardi in occasione del 2-0.
Andelkovic 5 Si fa sfuggire Ljajic sull’1-0.
Rispoli 6,5 Mette in difficoltà Nagatomo e offre l’assist a Vazquez.
> dall’83’ Balogh sv
Hiljemark 5,5 Soffre parecchio in entrambe le fasi.
Maresca 5 In perenne difficoltà, viene anche lasciato solo.
Chochev 5,5 Primo tempo nullo, meglio nel secondo.
Pezzella 5,5 Qualche spunto positivo contro Nagatomo e D’Ambrosio.
Vazquez 6,5 Chiaramente il migliore, e non solo per il gol.
Gilardino 5 Contro Miranda è tosta.
> dal 70′ Djurdjevic 5,5 Si mangia il gol del 3-2.

Iachini 5,5 Questa sera non ce n’è: il Palermo si presenta troppo sfilacciato e distratto per poter restare in partita, e già alla metà del primo tempo è sotto per 2-0. La reazione non manca, anche grazie al solito Vazquez, ma anche nella ripresa i rosanero sbandano e rischiano persino di chiudere con un risultato ancora più pesante (parata di Sorrentino su Palacio e errore di Perisic da pochi metri).

Arbitro Russo e assistenti 6 Gara relativamente tranquilla, non c’è molto da segnalare: buon lavoro sia da parte del fischietto di Nola, sia da parte dei suoi assistenti.

Alessandro Caltabiano