Home Pagelle - I voti degli esperti Inter-Fiorentina 3-0, le pagelle: Perisic-Icardi coppia vincente. Bene Joao Mario

Inter-Fiorentina 3-0, le pagelle: Perisic-Icardi coppia vincente. Bene Joao Mario

pagelle
Perisic e Icardi (Getty Images)

PAGELLE INTER FIORENTINA / Una doppietta di Icardi ed un gol di Perisic permettono all’Inter di battere la Fiorentina nella prima giornata del campionato di Serie A. Ecco le pagelle:

Handanovic 7 – Non tantissimo lavoro alla prima di campionato per lui, ma quando viene chiamato in causa risponde sempre presente. Respinge in corner molto bene l’insidioso colpo di testa di Simeone al 27’. Si oppone benissimo sul tiro dalla distanza di Babacar nella ripresa.

D’Ambrosio 6 – Non sgroppa sulla sua fascia, a tratti non serve neppure con Candreva. Attento in fase difensiva, anche se Eysseric non è un buon cliente.

Skriniar 7 – Sembra già un veterano della difesa nerazzurra. Non sbaglia mai, gioca con personalità. Solido in coppia con Miranda.

Miranda 6,5 – Temporeggia, non interviene mai direttamente sul pallone e preferisce non giocare d’anticipo coi velocisti delle fasce viola. Attento in copertura, non si fa saltare nell’uno contro uno.

Nagatomo 7 – Sua la sciabolata per la volata di Icardi verso la porta viola, che favorisce il rigore realizzato dallo stesso argentino. Assist allettante per Vecino che fallisce il raddoppio poco dopo. Insomma, il nipponico non solo non commette svarioni, ma gioca anche molto bene in entrambe le fasi.

Vecino 6,5 – Su assist di Nagatomo fallisce il 2-0 da centro area con un rasoterra piazzato. Poi latitano le incursioni, ma la sostanza in mezzo al campo può soddisfare Spalletti.

Brozovic 6 – Prova a piazzarla al 25’, concludendo l’ottimo contropiede nerazzurro, ma Sportiello in allungo salva la viola. Sempre al centro della manovra offensiva Dal 72’ Gagliardini 6 – Entra a partita già indirizzata. Sbaglia un gol da posizione favorevole.

Candreva 6 – Si sbatte molto, ma i suoi traversoni non sono taglienti come al solito. La condizione fisica migliorerà con il trascorrere della giornate, e allora anche lui farà meglio della sufficienza.

Borja Valero 6,5 – Gioca con personalità fin quando ne ha. I tempi non sono ancora maturi, ma l’impressione è che col tempo potrebbe caricarsi sulle spalle il centrocampo nerazzurro. Dal 64’ Joao Mario 7,5 – Quando entra l’Inter è un po’ in difficolta, lui gli dà la scossa. Fornisce assist a ripetizione, compreso quello perfetto per il tris firmato da Perisic di testa.

Perisic 7,5 – Preciso il cross che favorisce il colpo di testa vincente di Icardi per il 2-0. Poi si registra una conclusione violenta da fuori, con cui va vicino alla firma personale, che però trova poco dopo di testa. E’ determinante sull’out di sinistra, per forza fisica e qualità.

Icardi 8 – Dopo cinque minuti si dimostra glaciale dagli undici metri e batte Sportiello regalando il vantaggio ai nerazzurri. Al quarto d’ora sigla la doppietta con un colpo di testa che non lascia scampo a Sportiello, in anticipo su Tomovic. In mezzo all’area di rigore è un talento straordinario. Dall’83’ Eder s.v.

All. Spalletti 7,5 – La sua squadra gioca bene. Dovrà ancora affinare qualcosa in mezzo al campo, ma la strada è quella giusta: è la sua. L’Inter gioca palla a terra, e gli esterni offensivi sono determinanti, così come l’uomo in mezzo al tridente piazzato dietro la punta.

 

Sportiello 6,5 – Icardi lo spiazza dagli undici metri, niente da fare. Si arrende anche in occasione del raddoppio e del tris di Perisic, ma le colpe non sono le sue. Bravo invece su Brozovic nel primo tempo.

Tomovic 4 – In ritardo nella chiusura, Icardi lo brucia in occasione del 2-0 nerazzurro. Può fare poco quando viene puntato, i nerazzurri sono più veloci.

Victor Hugo 4,5 – In difficoltà palese con Icardi. L’argentino lo taglia sempre fuori dal gioco dettando ai compagni i passaggi, e lui va in bambola.

Astori 5,5 – Entrata scomposta su Icardi al 5’, che però non sembra fallosa. Tagliavento però lo punisce con la massima punizione. Il meno peggio dei centrali, ma può fare poco contro Icardi e Perisic.

Olivera 4,5 – Si affaccia timidamente in avanti, ma i palloni vanno messi in mezzo. Invece si preoccupa molto di Candreva, e combina poco.

Veretout 5,5 – Un po’ più di concretezza e potremo assistere a una buona sorpresa di questo campionato. Non è Borja Valero, anche se come lui imposta il gioco e detta i ritmi. Dall’80’ Zekhnini s.v.

Sanchez 5 – Soffre parecchio in mezzo al campo. I nerazzurri arrivano sempre per primi sul pallone, e lui corre spesso a vuoto.

Dias 6 – Tanta corsa e tanti dribbling, ma poca sostanza quando arriva al dunque. Contro quest’Inter però non era semplice.

Eysseric 6 – Serve a Simeone la palla più pericolosa della viola nel primo tempo, e dimostra di avere buoni numeri.

Benassi 5,5 – Sottotono la sua prova. Alterna buon filtro a qualche pallone perso di troppo. Può fare di più, ma la condizione fisica ancora non è delle migliori, com’era prevedibile alla prima giornata. Dal 55’ Cristoforo 5 – Non riesce a dare l’accelerata sperata da Pioli.

Simeone 5,5 – Impegna seriamente Handanovic con un colpo di testa potente al 27’. Poi poco altro, anche se spesso indietreggia sulla trequarti per ricevere palla. Deve adattarsi ai nuovi compagni. Dal 60’ Babacar 6 – Con un tiro dalla distanza impegna seriamente Handanovic. Ma l’assistenza dei compagni non è delle migliori nel prosieguo del match.

All. Pioli 5 – Sconfitta pesante a San Siro per lui. La sua ex squadra va a mille, la Fiorentina invece arranca parecchio, in ritardo di condizione. Inoltre occorre anche più cattiveria dalla trequarti in su. Dovrà lavorare ancora molto.

Arbitro: Tagliavento 6 – Il rigore concesso per l’entrata di Astori su Icardi c’è: il Var conferma la chiamata dell’arbitro. Simeone si lascia andare in area dopo il leggero contatto con Miranda a metà ripresa. Entra in causa ancora il Var: niente penalty