Home Pagelle - I voti degli esperti Inter-Chievo 5-0, le pagelle: Perisic superlativo. Candreva e Brozovic preziosi

Inter-Chievo 5-0, le pagelle: Perisic superlativo. Candreva e Brozovic preziosi

Perisic ©Getty Images

PAGELLE INTER CHIEVO / Un’Inter devastante schianta il Chievo con un netto 5-0 (tripletta di Perisic) balzando in testa al campionato a una settimana dal derby d’Italia con la Juventus. Ecco le pagelle sui protagonisti del match valido per la quindicesima giornata di Serie A andato in scena al ‘Meazza’.

INTER

Handanovic 6,5 – Decisivo come spesso gli capita nei primi minuti. Poi l’Inter sfonda e per lui diventa un pomeriggio di ordinaria amministrazione.

D’Ambrosio 6,5 – L’intesa con Candreva funziona a meraviglia e non per niente la catena di destra è un punto di forza per gli schemi di Spalletti. Dal 77’ Dalbert 6 – Mette minuti nelle gambe utili per il futuro.

Ranocchia 7 – Era tra gli osservati speciali e lui risponde presente alla grande, sfiorando il gol in più di un’occasione ma anche in difesa regge bene l’urto. Spalletti ci aveva avvisato, Ranocchia lo ha dimostrato. Altro giocatore recuperato.

Skriniar 7 – Fa ripartire la manovra e poi chiude siglando il suo terzo gol in stagione. Con la squalifica di Miranda e l’ingresso di Ranocchia, gioca per la prima volta sul centro sinistra e questo non lo infastidisce giocando al suo solito livello e trovando il gol.

Santon 6,5 – Anche per lui un pomeriggio di grande incoraggiamento. Nel primo tempo sfiora il gol e si propone spesso in avanti dialogando bene con Perisic.

B.Valero 6,5 – Sempre nel vivo dell’azione. Tocca un’infinità di palloni dettando il tempo e il ritmo. E’ il playmaker perfetto per Spalletti, non a caso sempre titolare indipendentemente dal sistema di gioco.

Brozovic 7 – Si muove con molta libertà dimostrando di essere padrone del centrocampo. Sempre pericoloso con i suoi inserimenti o tiri dalla distanza. Il gol di Icardi arriva da una sua intuizione.

Candreva 7 – E’ il padrone indiscusso della corsia di destra. Fa un po’ quello che vuole tanto in avanti quanto nella propria metà campo. Scheggia un palo e regala giocate da applausi. Dal 84’ Karamoh s.v.

Joao Mario 6 – Buona partita per carità ma da lui forse si ci aspetta sempre qualcosa in più. Sfrutta la sua chance ma per essere protagonista deve fare molto di più.

Perisic 8 – Devastante. Apre le marcature con un destro facile facile per uno come lui. Poi una discesa devastante e tanta corsa a servizio della squadra. Gioca in fiducia con grande consapevolezza dei propri mezzi. Spalletti ha voluto che restasse, ora si capisce il perché. Spaventoso.

Icardi 7 – 16 gol in 15 giornate. Basta questo dato per capire che trascinatore è il capitano nerazzurro. La sua Inter torna in vetta alla classifica. Un cecchino infallibile e domenica c’è la Juve. Dal 75’ Eder 6 – Prova a partecipare alla festa mettendoci la consueta generosità. Ma il gol non arriva.

All. Spalletti 7 – Dodicesima vittoria in campionato e vetta della classifica raggiunta. Un Icardi in grande forma ed una difesa impenetrabile. Oggi l’Inter è una seria candidata allo scudetto e il merito, visto anche il mercato, non può che essere suo.

CHIEVO

Sorrentino 5,5 – Raccoglie il pallone dalla rete cinque volte. Altrettante occasioni sventate. Per lui un pomeriggio di grande fatica.

Cacciatore 5 – C’è poco da fare quando di fronte si ha un Perisic così. Eppure non aveva iniziato male. L’emergenza di centrocampo lo costringe e giocare da centrocampista centrale, finisce male.

Gamberini 5 – Non controlla Icardi, e si perde tutti gli inserimenti dei giocatori nerazzurri. Il Chievo non c’è e per lui e per la difesa è una giornata da dimenticare.

Dainelli 5 – Male sulle chiusure, male nelle impostazioni. In perenne difficoltà fin dai primi minuti.

Gobbi 5,5 – Candreva comanda, lui subisce. Nulla di più. Non poteva fare di più contro questa Inter. Dal 87’ Jaroszynski s.v.

Bastien 5 – In mezzo al campo prova a farsi vedere ma è sempre costretto a difendere e se difende non riesce ad esprimere la sua velocità. Inesistente.

Rigoni 5,5 – Tartassato dal palleggio tambureggiante dei play di Spalletti: Valero e Joao Mario. Lui sta in mezzo con la speranza di recuperare qualche pallone. Dal 64’ Tomovic 5 – Entra per coprire un po’ ma ormai la frittata è più che fatta. Non può fare nulla.

Depaoli 5,5 – Prova a dare qualcosa con qualche spunto interessante ma anche lui è costretto ad inabissarsi con tutta la squadra.

Birsa 5,5 – Il solito sinistro molto educato ma anche tanta staticità in mezzo al campo che non consente il salto di qualità. Subisce un sombrero umiliante da Candreva.

Meggiorini 5 – Ha una grande occasione ad inizio partita ma Handanovic gli nega la gioia del solito gol da ex. Esce senza più toccare un pallone dopo un’ora. Dal 68’ Garritano 5,5 – Il suo ingresso serve per limitare i danni e rafforzare il centrocampo. Non sempre ci riesce.

Inglese 5 –Qualche sportellata e qualche buon colpo di testa ma la sua partita finisce qui. Non punge quasi mai.

All. Maran 5 – Tutto il centrocampo assente tra infortuni e squalifiche. Troppi errori che contro l’Inter non ci si può permettere. La sua squadra dura lo spazio di 15’ poi è solo Inter. Un brutto pomeriggio.

Arbitro: Calvarese 6 – Gara facile senza mordente e senza grandi interventi da fare. Un pomeriggio tranquillo vista anche la scarsa resistenza del Chievo. Nessun ammonito e pochi interventi.