Home Inter News: tutte le ultime notizie nerazzurre Inter-Crotone, Spalletti: ”Icardi non convocato. Voi sapete più cose di me, vorrei...

Inter-Crotone, Spalletti: ”Icardi non convocato. Voi sapete più cose di me, vorrei sapere con chi parlate…”

Spalletti ©Getty Images

INTER-CROTONE, SPALLETTI / MILANO – Conferenza stampa pre-Crotone per Spalletti che ha risposto alle immancabili domande su Icardi e sul mercato: ”Icardi non è convocato, ha un risentimento muscolare e abbiamo deciso di non rischiare. Al suo posto sarà convocato Emmers. Mercato? La delusione maggiore sta nell’aver illuso i tifosi e creato false aspettative. Delle delusioni ne risentono soprattutto gli sportivi e si crea un malessere tra loro e chi lavora da dentro, oltre ad aggiungere confusione nella testa dei calciatori. Prima mi avete fatto dire che ho chiesto calciatori, ora mi state facendo dire che non sono contento; con me non parlate, dunque raccontate cose che non sapete. Raccontate quel che immaginate o che vi pare, perché poi questo discorso dell’irresistibile fascino del creare casino vi garba molto.  Io non ho mai detto che mi mancano calciatori, non ho chiesto nessuno; i nostri direttori sono stati bravi ad inserirsi in questi equilibri del mercato ma non ho creato queste aspettative. Secondo me parlate con qualcun altro ma di quello ne parleremo con i direttori. Adesso per noi è importante fare risultati, l’attenzione è solo in quella direzione ora”.

Inter-Crotone, Spalletti: ”Icardi non convocato. Voi sapete più cose di me, vorrei sapere con chi parlate…”

 

”Ho parlato di Ramires in alcuni momenti perché è completo, ma Steven Zhang mi ha detto che non si poteva fare e mi sembra una persona coerente e corretta. Io vi ho detto che certi limiti non potevamo oltrepassarli e che sarebbe stato difficile trovare chi poteva migliorarci. Me lo aveva detto lui. Intanto abbiamo Rafinha e l’ho trovato in buone condizioni, lui è uno di quelli che può darci qualcosa in più sotto l’aspetto della qualità. Domani giocherà una porzione di gara.”

”Oggi i numeri dicono che possiamo stare nel traguardo che è il nostro obiettivo. E’ chiaro che bisogna fare chiarezza, perché i traguardi si possono raggiungere lavorando o spendendo più soldi di quelli che abbiamo. Intanto dobbiamo dire le cose vere ai nostri sportivi, non trarli in inganno. Per quanto riguarda me a fine anno si tireranno le somme di ogni cosa: dal confronto vedremo se il rapporto è stato vero, interno o parziale. Le strade sono tante, ma è fondamentale non creare false aspettative. Ramires e Pastore? Non dovete parlare con me ma con chi ve l’ha detto. Intanto domani troveremo un Crotone che ha ritrovato entusiasmo, perché Zenga l’ho conosciuto andando in giro per il mondo con lo Zenit e abbiamo lavorato nello stesso centro. Ci ho parlato e ho toccato con mano il suo lavoro” ha concluso.

S.M. – www.interlive.it