Home Pagelle - I voti degli esperti Inter-Juventus, le pagelle: Icardi implacabile, bocciati Spalletti e Orsato

Inter-Juventus, le pagelle: Icardi implacabile, bocciati Spalletti e Orsato

Inter-Juventus 2-3, le pagelle ©Getty Images

INTER JUVENTUS PAGELLE / L’Inter perde immeritatamente il derby d’Italia contro la Juventus, nel quale ha pesato il pessimo arbitraggio di Orsato. Ecco le pagelle del match:

INTER

Handanovic 6 – Salva su una punizione insidiosa di Dybala. Prende tre gol con poche colpe, se non quella di non uscire mai.

Cancelo 5,5 – Non ha il ritmo di Alex Sandro sulla sua corsia. Lotta e crea qualche pericolo. Perfetto invece il suo calcio di punizione che manda Icardi in rete.

Skriniar 6 – Guida con attenzione la difesa. Bene negli anticipi, in particolare su Matuidi e Mandzukic nel primo tempo. Pecca come Barzagli concedendo autogol che ristabilisce la parità.

Miranda 6 – Contiene con fisico ed intelligenza sia Manzukic che Higuain. Dà equilibrio al reparto.

D’Ambrosio 6 – Chiude bene gli spazi lasciando meno campo possibile a Costa. Non molla ed è vivo e lotta su tutti i contrasti. Dal 94’ Karamoh sv

Brozovic 6,5 – Si sistema in mezzo al campo al fianco di Vecino, poi si carica il peso della mediana. Difende come deve e quando può va a tiro.

Vecino 5 – Partita troppo breve. Orsato lo punisce con un rosso eccessivo, richiamato dal Var.

Candreva 6– Sul gol di Costa stringe troppo la posizione lasciando solo il brasiliano. Mostra però determinazione e voglia di fare. Ci prova anche dalla distanza con un tiro di potenza messo fuori da Buffon.

Rafinha 6,5 – Con l’uscita di Vecino deve prendere in mano il centrocampo. Si fa vedere di più e inizia lui l’azione. Nel secondo tempo cresce molto, concede poco agli avversari. Dal 80’ Borja Valero – sv

Perisic 6,5 – Ritorna e recupera tanti palloni. Il suo movimento tra le linee porta gli uomini juventini a raddoppiarlo.

Icardi 6,5 – Si dà molto da fare. Pressa e va incontro alla palla per far salire la squadra. Quando ha la Juventus davanti non si ferma mai sigla il gol del pareggio. 8 reti per lui in 11 partite contro i bianconeri. Dal 85’ Santon 3 – Gli bastano pochi minuti per rovinare il capolavoro dei suoi compagni: si perde Cuadrado sul 2-2 e Higuain sul 3-2

All. Spalletti 5 – Incita la sua squadra che in inferiorità numerica non crolla ma anzi mostra più cattiveria. Partita preparata con la giusta convinzione. Ma lascia senza parole la decisione di inserire Santon a pochi minuti dal termine.

JUVENTUS

Buffon 6 – Parata provvidenziale sul tiro di potenza di Candreva. Lascia invece scoperta la porta portando Barzagli all’autogl.

Cuadrado 6,5 – Gioca per la seconda volta in questo ruolo. Da terzino non fa dispiacere Allegri. Incauto però sul fallo ai danni di Perisic nei primi minuti. Prontezza invece nell’uno contro uno sul finire del secondo tempo che porta Skriniar a deviare in porta il tiro.

Rugani 6,5– Meglio del compagno di reparto.

Dà più sicurezza.
Barzagli 5 – Prestazione da dimenticare. Sbaglia un passaggio per Rugani che rischia di mandare Icardi in porta. Autogol che porta in vantaggio l’Inter.

Alex Sandro 5,5 – Primo tempo discreto in cui riesce ad avere la meglio di Cancelo. Poi si vede poco e quasi sparisce.

Khedira 5,5 – Fa poco e niente. Non è presente nel gioco bianconero, in ritardo e sottotono. Dal 61’ Dybala 6,5 – Entra con positività nelle azioni e nella manovra. Pennella una punizione sulla quale si avventa Higuain mandandola in rete.

Pjanic 4,5 – Prende un’ammonizione per protesta evitabile, il giallo lo limita molto in chiusura. Graziato a più riprese da Orsato che non gli mostra il secondo giallo. Dal 80’ Bentancur – sv

Matuidi 6 – Insoliti errori in distrazione ma non molla mia. Cerca di lottare e attaccare la profondità. Cala come il resto della squadra nel secondo tempo.

Douglas Costa 7 – L’unico che dimostra più cattiveria e gioco rispetto ai compagni. Meglio nel primo tempo dove i suoi movimenti danno preoccupazioni alla retroguardia interista. Apre lui le marcature. È stanchissimo ma combatte con le ultime energie.

Higuain 7 – Quello che mostra non è quello che ci si aspetta da lui. Spinge poco e si incaponisce in giocate solitarie. Nel secondo tempo spreca la palla del possibile raddoppio. Quando tutto sembra finito, lasciato da solo spinge in porta la rete che riporta in vantaggio la Juventus. Gol che vale tantissimo.

Mandzukic 6 – Giocchicchia. Meglio quando aiuta a difendere che quando deve attaccare. Dopo il colpo subito da Vesino trotterella. Dal 65’ Bernardeschi 6 – entra con voglia di fare. Conquista la punizione che porta il terzo gol.

All. Allegri 6 – La squadra tarda a rispondergli. Scarica mentalmente e fisicamente dopo il vantaggio fa molta fatica in superiorità numerica. Azzeccati però i cambi che forse potevano essere fatti prima. Finisce espulso.

Arbitro Orsato 4 – Condiziona una partita con un rosso forse esagerato a Vecino per un fallo su Mandzukic, chiamato con l’aiuto del Var. Sempre con l’aiuto del Var annulla il gol in fuorigioco di Matuidi. Ma l’errore più grave è il mancato secondo giallo a Pjanic che, già ammonito, commette un brutto fallo che resta impunito.

Giulia Giroldini – Calciomercato.it

Interlive.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre ultime notizie seguici qui: Interlive.it