Home Inter News: tutte le ultime notizie nerazzurre Inter, Spalletti: “In scia delle più forti. Martinez e Icardi possono giocare...

Inter, Spalletti: “In scia delle più forti. Martinez e Icardi possono giocare insieme”

Spalletti ©Getty Images

INTER CONFERENZA SPALLETTI / Prima conferenza della stagione di Luciano Spalletti. Nella sala stampa del ‘Suning Training Centre’, il tecnico dell’Inter ha parlato a tutto campo da Cristiano Ronaldo a Nainggolan fino agli obiettivi del prossimo anno.

CR7 – “Il campionato di Serie A era il migliore del mondo perché si puntava ad essere la più forte delle più forti. Questo gioco al rialzo portava il campionato intero a progredire, ora bisogna agganciarsi allo slancio dell’arrivo di Ronaldo per alzare tutti il livello. Nessuno può farci sentire inferiori senza il nostro consenso”.

SCUDETTO – “Perché non dovremmo fare bene quest’anno? Riusciremo a fare una squadra di giocatori forti che ci permetterà di stare nella scia con le più forti. C’è una presa di considerazione tra i nuovi arrivati, tramite il lavoro della società c’è un appeal differente ora per quanto riguarda il venire a giocare nell’Inter: contano i risultati, il comportamento dell’anno scorso, la società, la città. Il calcio è fatto di opportunità nascoste in un pallone, guardate la passata stagione come si è conclusa”.

NUOVI ACQUISTI – “Lautaro è forte e già maturo nonostante la giovane età, è bravo a fare perno sui difensori e a giocare spalle alla porta. Mi sembra dallo sguardo essere ben dentro le situazioni e dal carattere forte come tutti gli argentini. Politano ha dribbling secco e velocità, De Vrij è abituato a giocare in Nazionale e a rendere subito giocabile una palla recuperata. Nainggolan è trasparentissimo, è uno che quando lo guardi non corri il rischio di essere ingannato. Salcedo è uno da palla al piede e che ti vuole passare attraverso, Asamoah è completo, perfetto per tentare di ambire a fare dei passi in avanti, sa già cosa fare e come comportarsi”.

PERISIC E BROZOVIC – “Perisic e Brozovic hanno giocato contro l’Inghilterra la partita più bella e con più qualità, hanno dato un grandissimo apporto. In quella posizione Brozovic ha determinato la qualità del gioco di tutta la squadra. Ivan è un giocatore con strapotere fisico, se uno si può accostare a Ronaldo dal punto di vista fisico è lui. E’ forte sulla resistenza, è veloce, è disponibile per i compagni. In questo Mondiale hanno preso ancora più coscienza dei propri mezzi e la porteranno in valigia di ritorno all’Inter”.

LISTA CHAMPIONS – “L’unica difficoltà sarà dover comunicare chi non entrerà nella lista, ma il numero di chi entrerà in quella lista è sufficiente per tutte le nostre competizioni. Il contratto non è un problema, non inventiamoci niente perché non c’è nessunissimo problema. Io qui mi trovo bene, non ho bisogno di procuratori o avvocati, tra noi c’è un buon rapporto e siamo tutte persone serie che lavorano in maniera corretta”.

MODULO E ASPETTATIVE – “Abbiamo lavorato con la difesa a 4 e giocheremo così domani, poi proveremo la difesa a 3 o a 5. Lautaro e Icardi possono giocare insieme, come tutti i calciatori forti; devono andare a mettersi dentro un contesto di squadra e dividersi i compiti, dialogando il più spesso possibile. Un crack può essere Ivan Perisic, perché ha doti fisiche pazzesche ma deve andare più spesso in area. Mi aspetto di più da Vecino se starà bene perché l’anno scorso è stato un po’ condizionato dal fisico. A Candreva è mancato solo il gol, Mauro ha numeri ancora superiori a quelli che ha raggiunto”.

Interlive.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre ultime notizie seguici qui: Interlive.it