Lazio-Inter 1-1 | Milinkovic-Savic risponde a Lautaro. Occasione sprecata

0
66

Cronaca, tabellino, pagelle con top e flop del match Lazio-Inter valevole per la terza giornata di Serie A

Pagelle e tabellino Lazio-Inter (Getty Images)

Finisce 1-1 la sfida dell’Olimpico fra Lazio e Inter valevole per la terza giornata di Serie A. Occasione ‘sprecata’ dalla squadra di Conte, che dopo la sosta avrà il derby col Milan. I nerazzurri prendono subito possesso della gara sbloccandola però solo alla mezz’ora dopo tanto possesso palla sterile. Incursione in area dalla sinistra di Perisic respinta dalla difesa biancoceleste, pallone a Lautaro che si gira e batte Strakosha. La Lazio bada soprattutto a difendere e ripartire ed è senz’altro sfortunata: nel giro di un quarto d’ora perde per infortunio prima Radu e poi Marusic. Allo scadere del primo tempo si fa male pure Bastos, subentrato a Radu e rimpiazzato da Parolo. A inizio ripresa Lukaku sciupa il colpo del ko, tenendo ancora in vita i padroni di casa che pareggiano poco dopo con Milinkovic-Savic. Cross di Acerbi, il serbo sovrasta Perisic e con un colpo di testa buca Handanovic, il quale copre male il palo di sua competenza. Dieci di minuti di fuoco della Lazio, con l’Inter che rischia di subire il sorpasso in un paio di occasioni. A venti dalla fine ‘scontro’ Immobile-Vidal dopo un fallo del cileno, che va a terra (facendo molta scena, simulando una manata): Guida estrae il rosso all’attaccante e il giallo all’ex Barcellona, poi cambiato con Brozovic, scatenando le furiose proteste della panchina laziale. A cinque dal termine, dopo il palo colpito da Brozovic, succede lo stesso a parti invertite: Sensi ‘scaccia’ Patric, che simula chissà quale gesto del centrocampista nerazzurro, a cui Guida riserva il rosso. Final dieci contro dieci, ma non succede più nulla. Per l’Inter era la prova del nove contro una Lazio rimaneggiata (però coraggiosa), prova evidentemente non superata.

Pagelle e tabellino Lazio-Inter

TOP

Lautaro – Terzo gol consecutivo nelle prime tre della stagione. Dà tutto e forse anche di più, riuscendo a rimanere lucido. Questa può essere l’annata della sua consacrazione.

Gagliardini – Una sorpresa in positivo. Sempre al posto giusto, fondamentale in fase di recupero e per l’equilibrio generale della squadra.

FLOP

Perisic – Propizia, non volendo, il primo gol, ma dietro lascia praterie a Lazzari. Colpevole sul gol, ma del resto non è un difensore…

Handanovic – Responsabile quasi quanto Perisic della rete di Milinkovic-Savic. Doveva coprire meglio il palo a lui più vicino. Un altro ‘scivolone’ dopo Benevento, brutto inizio di stagione per il capitano dell’Inter.

LAZIO-INTER 1-1
30′ Lautaro Martinez, 54′ Milinkovic-Savic

LAZIO (3-5-2): Strakosha; Patric, Acerbi, Radu (16′ Bastos – 45′ Parolo); Lazzari, Milinkovic-Savic, Leiva (79′ Escalante), Luis Alberto (79′ Akpro), Marusic (34′ Fares); Correa, Immobile. All.: Simone Inzaghi

INTER (3-5-2): Handanovic; Skriniar (78′ D’Ambrosio), De Vrij, Bastoni; Hakimi, Vidal (72′ Brozovic), Barella, Gagliardini (66′ Sensi), Perisic (66′ Young); Lukaku, Lautaro (78′ Sanchez). All.: Conte

ARBITRO: Guida di Torre Annunziata

NOTE – Ammoniti: Lukaku, Inzaghi, Vidal, Young, Lazzari, Patric, Barella. Espulsi: Immobile, Sensi.

LEGGI ANCHE >>> Calciomercato Inter, Nainggolan e Alonso | Marotta allo scoperto