Bocelli: “Quando sono diventato tifoso dell’Inter, la squadra era molto, molto forte”

0
368

Inter, il noto cantante Andrea Bocelli ha voluto spiegare il suo amore per il calcio in generale e per la squadra nerazzurra in particolare mentre era ospite del ‘The Best Fifa’

Bocelli con Zanetti

INTER ANDREA BOCELLI DICHIARAZIONI/ Il cantante Andrea Bocelli, era presente alla serata del ‘The Best Fifa’ ed è stato intervistato dal sito Fifa.com. Queste le sue parole, in cui spiega il suo amore per il calcio e per la sua squadra del cuore: “Ho amato il calcio da quando ero un ragazzino in collegio. Allora ascoltavo sempre ‘Tutto il calcio minuto per minuto’ su una radio portatile. Questa è una grande passione di tutti gli italiani, per i quali non si invecchia mai. È un modo per restare un bambino, anche della mia età. Quando sono diventato tifoso dell’Inter, la squadra era molto, molto forte e ha vinto tutto. Ricordo ancora la fantastica formazione della squadra, come ogni tifoso dell’Inter che si rispetti: Sarti, Burgnich, Facchetti, Bedin, Guarneri, Picchi, Jair, Mazzola, Domenghini, Suarez, Corso! Ho trasmesso il mio amore per l’Inter ai miei due figli, Amos e Matteo. Ammetto che ci provo anche con mia figlia Virginia di otto anni, ma non sembra particolarmente interessata. In questi anni non hai avuto molto da ridere come tifoso dell’Inter. La squadra fa soffrire i tifosi ancora e ancora.

Per tutte le altre news di calciomercato sui nerazzurri CLICCA QUI.

 

LEGGI ANCHE >>> Calciomercato Inter, lo United torna su Perisic | Idea scambio

LEGGI ANCHE >>> Inter-Napoli, Conte: “Vittoria che vale doppio. Ecco il motivo della sofferenza finale”

Ci sono davvero dei grandi giocatori nella rosa attuale che ammiro molto: Romelu Lukaku, ad esempio perché è sempre coinvolto in partita con tutto il cuore, e Alessandro Bastoni, di cui sono amico. Anche Stefan de Vrij e il nuovo arrivato Achraf Hakimi”.