Inter, Ronaldo: “Lukaku e Ronaldo simili. Hakimi il miglior colpo degli ultimi 10 anni”

0
375

Inter: Ronaldo ‘Il Fenomeno’ ha parlato dei nerazzurri e della Serie A spiegando che la lotta per lo scudetto è aperta più che mai

Inter
Ronaldo il brasiliano (Getty Images)

Alla vigilia di Inter-Juventus, match valido per la 18° giornata di Serie A, in programma a ‘San Siro’ alle ore 20.45, in un’intervista della ‘Gazzetta dello Sport’ Ronaldo ‘Il Fenomeno’ ha rilasciato alcune dichiarazioni sui nerazzurri, sul duello LukakuCR7 e poi ha messo in evidenza il talento di Achraf Hakimi, che per lui è un ‘fattore scudetto’. Ecco le sue parole:

LEGGI ANCHE>>> Calciomercato Inter, doppia cessione illustre | Cifra shock

Inter-Juventus vale solo per l’autostima, per capire quanto si è pronti a lottare a quel livello. Se invece intende che lo scudetto se lo giocheranno loro due ci sta, ma occhio al Milan. Lukaku o CR7? Molto diversi, ma hanno un punto in comune: quando hai giocatori così, fai fatica a non appoggiarti a loro. Conte? So che non sempre piace la sua gestione dei cambi, ma a volte ci sono esigenze che da fuori si fa più fatica a vedere. Eriksen? Magari anche lui poteva dare qualcosa in più. E magari potrà dare di più davanti alla difesa: non mi sembra una brutta idea provarlo lì”.

LEGGI ANCHE>>> Calciomercato Inter, trovato l’accordo | Salta il colpo a zero

Inter
Hakimi e Lautaro (Getty Images)

“L’Inter può lottare per lo scudetto? Sì, perché ha un allenatore che tiene sul pezzo le sue squadre dall’inizio alla fine, e difficilmente non arrivano fino in fondo. Poi ha Hakimi, un giocatore straordinario che il Real Madrid ha sbagliato a lasciare andare. Ogni tanto penso: “Ronnie, immagina tu e Achraf: saremmo andati a una discreta velocità”. Per me è stato uno dei migliori colpi di mercato dell’Inter degli ultimi dieci anni. Scudetto? Io sono di parte, ma anche da non tifoso direi che la Juve è forte, ma che l’Inter mai come quest’anno può crederci. E magari festeggiamo con una bella amichevole con il mio Valladolid, se il Covid ci dà tregua”.