Inter-Sampdoria, Conte: “Qui mi sono superato”. Poi glissa sul futuro

0
373

Le dichiarazioni rilasciate da Antonio Conte dopo Inter-Sampdoria, gara vinta dai nerazzurri con un sonoro 5-1

Antonio Conte a Sky Sport

L’Inter liquida con un netto 5-1 la Sampdoria e può così festeggiare con altri tre punti lo scudetto appena conquistato. “La soddisfazione è immensa per me e i calciatori, non si vinceva da undici anni per cui era inevitabile tutto questo entusiasmo. Per tutte le altre news sui nerazzurri CLICCA QUI – ha esordito Antonio Conte a ‘Sky Sport’ dopo il match. Siamo contenti di aver regalato questa gioia, abbiamo fatto cose eccezionali. L’ultima partita l’abbiamo persa proprio con la Samp, un girone fa”.

LEGGI ANCHE >>> ESCLUSIVO | Erede Handanovic: Inter convinta di averlo già in casa

LEGGI ANCHE >>> Interlive.it | Calciomercato Inter, colpo a rischio: sprint Atletico

Inter-Sampdoria, Conte: “Qui l’avventura più difficile della mia carriera. Futuro? Dio vede e provvede”

Antonio Conte (Getty Images)

FUTURO – “Non sono qui per parlare del futuro, ma del presente. Dobbiamo goderci questo scudetto perché sappiamo quanto abbiamo lavorato e sofferto, abbiamo fatto qualcosa di veramente bello nel giro di due anni ridando credibilità al club. Nel passato mi è capitato tante volte di non godermi le vittorie, adesso invece voglio godermele fino alla fine. Poi, come si dice, Dio vede e provvede“.

INVESTIMENTO VINCENTE – “Tanti giocatori sono cresciuti, ora sono dei vincenti, ed è cresciuto pure il loro valore economico. Credo che l’investimento su di me abbia dato i frutti sperati sotto tutti i punti di vista. Io negli spogliatoi porto aspettative, aspettative che credo siano state soddisfatte. Sono stato bravo a non mollare di una virgola, penso che qui all’Inter mi sia superato dovendo far fronte a difficoltà che non mi aspettavo. Qui non vincono tutti. E’ stata l’avventura più difficile della mia carriera”.

JUVENTUS – “In questo momento la più importante è quella con la Roma, da qui alla fine cercheremo di affrontarle come oggi per ottenere il massimo possibile”.

PINAMONTI – “Andrea è un ragazzo che ha lavorato tutto l’anno con noi, ha caratteristiche importanti ed è cresciuto tanto, più di tutti. Oggi è un giocatore molto più completo, una prima punta brava a tenere palla e ad attaccare lo spazio quando serve. Può far parlare di sé in futuro”.