Inter, può servire un vice Skriniar: ‘idea’ a costo zero

0
811

Le voci di calciomercato non finiscono mai di girare, l’Inter è a caccia di un sostituto di Skriniar e scova l’uomo in Germania

Milan Skriniar © Getty Images

Molti club lavorano ‘sottobanco’ anche quando la sessione di calciomercato si è chiusa da un pezzo, così da segnare in anticipo e con lungimiranza sul taccuino degli obiettivi quei nomi che potrebbero fare al caso loro in gennaio. Magari a costo zero. Tra questi non manca l’Inter, attualmente impegnata nel valutare con attenzione un papabile sostituto per Skriniar. Finora il difensore slovacco si sta confermando essere una roccia ma la sua autonomia non è illimitata ed ogni tanto Inzaghi ha bisogno di farlo rifiatare, visti i troppi impegni. Come se non bastasse è sempre nel mirino di grossi club europei. Pertanto guadagna qualche importante posizione nella speciale classifica di Marotta il tedesco Matthias Ginter, in forza al Borussia Monchengladbach e già accostato alla società nerazzurra nella scorsa estate. Il calciatore ha il contratto in scadenza nel 2022 e non ci sono stati contatti fra le parti per poter procedere con un rinnovo, così l’Inter potrebbe inserirsi da vera ‘biscia’ e strapparlo a costo zero.

LEGGI ANCHE >>> Vuole la Serie A: occasione ‘Galactica’ (low cost) per l’Inter

LEGGI ANCHE >>> Offerto un contratto milionario: l’Inter è fuori dai giochi

Calciomercato, Inter su Ginter come vice Skriniar ma c’è l’insidia

Ginter del Borussia Moenchengladbach (Getty Images)

Il valore di 30 milioni di euro giustifica a pieno la qualità del difensore tedesco Ginter, da qualche anno consolidato nei meccanismi di un M’gladbach cresciuto a dismisura. Per l’Inter, però, resta pur sempre una cifra troppo alta che preferirebbe investire in altro modo. Qui scatta la strategia di accordarsi anticipatamente col calciatore per poterlo arruolare nelle fila nerazzurre allo scoccare della stagione successiva e renderlo un perfetto vice Skriniar. Una mossa intelligente ma non così scontata, visto che c’è anche tanta concorrenza. Prima su tutte quella dell’onnipresente Bayern Monaco, sempre ghiotta di talenti interni alla Bundesliga.