Zigoni: “Per mantenere la promessa fatta ai tifosi gialloblu rifiutai anche l’Inter”

0
39

Inter, l’ex attaccante Gianfranco Zigoni, ha spiegato perché andò al Verona e rifiutò di giocare con la squadra nerazzurra per cui tifava da bambino

Logo Inter (Getty Images)

L’ex attaccante del Verona Gianfranco Zigoni ha voluto ricordare alcuni aneddoti sulla sua carriera. Il giocatore ricordato spesso per un Verona-Milan 5-3 che negò lo scudetto alla squadra rossonera nella lontana stagione 1972/73, ha voluto ricordare altri fatti della sua vita sportiva. Nello specifico il motivo per cui andò al Verona e decise di rimanerci. Queste le sue parole: “Alla Roma mister Helenio Herrera mi apprezzava, ma si invaghì di Orazi e io mi ritrovai all’Hellas come pedina di scambio. Ottimo lo stesso, passai da un paradiso all’altro.

LEGGI ANCHE >>> Infortunio Lautaro, sospiro di sollievo per Inzaghi: le ultime

LEGGI ANCHE >>> Paradosso Sensi: investe in start-up anti infortuni

Per mantenere la promessa fatta ai tifosi gialloblu rifiutai anche l’Inter, la squadra per cui tifavo da bambino. Offrirono ottocento milioni di lire a Saverio Garonzi e più di settanta a me, quando ne prendevo forse venti, ma avevo dato la mia parola“. Naturalmente si intende 20 milioni di lire e non euro, visto che siamo negli anni 70 e le cifre che prendevano i giocatori erano molto diverse rispetto ad oggi, anche se erano comunque allettanti.