Sheriff-Inter: nerazzurri al completo, moldavi orfani di Nikolov

0
35

Si avvicina il match decisivo Sheriff Tiraspol-Inter di Champions League, valido per la quarta giornata del gruppo D

Mercoledì sera si torna in campo per la Champions League, l’Inter non può assolutamente sbagliare sul campo dello Sheriff Tiraspol. Match delicato dove la posta in palio è altissima.

Inter ©LaPresse

Settimana delicata delicata per i nerazzurri che preparano due impegni cruciali per il proseguio della stagione. In ordine di tempo, ovviamente, prima l’impegno europeo di mercoledì in Moldavia, poi si penserà al derby di Milano di domenica prossima. Oggi al Centro Sportivo Suning, la squadra di Simone Inzaghi ha svolto la seduta di allenamento in preparazione del match di mercoledì sera.

LEGGI ANCHE>>> Calciomercato Inter ,Zapata esce allo scoperto: “Ero tentato dall’Inter”

Pioggia intensa ad Appiano Gentile, dopo un lavoro defaticante si è passati subito al campo per testare condizione e schemi. La gara contro lo Sheriff è di vitale importanza per il cammino in Champions League. Una vittoria proietterebbe l’Inter a quota 7 punti, uno in più dell’attuale capolista, per l’appunto, la formazione moldava a quota 7 insieme al Real Madrid. Domani la partenza per la Moldavia.

Sheriff Tiraspol-Inter: dubbi in attacco per Inzaghi, torna Darmian

Lautaro Martinez ©LaPresse

Dopo la bella vittoria di ieri contro l’Udinese, condita dalla doppietta di Joaquin Correa, è già tempo di pensare al prossimo avversario e le insidie tattiche che riserva lo Sheriff Tiraspol, soprattutto tra le mura amiche. I moldavi, come visto anche a San Siro, giocano in contropiede, quindi bisogna adottare le contromisure. Il tecnico Jurij Vernydub, ha confermato ieri che il centrocampista Boban Nikolov molto probabilmente non sarà del match per via di un infortunio. Stessa cosa per gli attaccanti Yansane e Bizjak.

LEGGI ANCHE>>> Calciomercato Inter, il Manchester United ci prova di nuovo

Simone Inzaghi ha ritrovato il miglior Correa. L’attaccante argentino, autore della prima doppietta al Meazza, dopo un avvio difficoltoso nella ripresa ha trovato le misure e piazzato i colpi micidiali. Si candida per una maglia da titolare, ma più plausibile che dal 1′ partiranno Lautaro Martinez ed Edin Dzeko. Matteo Darmian si riprende la fascia destra, Dumfries ancora non convince: in ritardo sia sui tempi di inserimento che in fase di ripiegamento. C’è ancora da lavorare. Torna dal 1′ anche Stephan De Vrij, mentre Arturo Vidal sembra in vantaggio su Hakan Calhanoglu per una maglia da titolare. Serve esperienza in partite come queste dove è vietato sbagliare. Il Guerriero cileno lo sa.