Nuovo San Siro, arriva l’ok dalla Giunta: il comunicato

0
43

Inter, Milan e Comune di Milano hanno raggiunto l’intesa per la costruzione del nuovo San Siro: al vaglio le condizioni per l’avvio del progetto

Nella settimana che porta al Derby di Milano, arrivano importanti novità sul fronte Stadio. Oggi la Giunta Comunale di Milano, ha pubblicato le linee guida per la realizzazione del nuovo impianto.

San Siro

Il progetto del nuovo Stadio di San Siro prosegue spedito. Nella giornata di oggi la Giunta del Comune di Milano ha confermato la dichiarazione di interesse pubblico sul progetto del nuovo stadio presentato da Inter e Milan. Da Palazzo Marino, però, fanno sapere che ci sono delle condizioni fondamentali per la realizzazione del progetto. Il primo è la “riconfigurazione del distretto sportivo”, con un’ampia valorizzazione e incremento del verde nella zona dove sorge il Meazza.

LEGGI ANCHE>>> Milan-Inter: numeri e curiosità del derby di Milano

In secondo luogo “l’adeguamento dell’indice di edificabilità territoriale”, ovvero attenendosi a quanto previsto dalla Norma del Piano di Governo del Territorio inerente alla Grande Funzione Urbana “San Siro”, pari a 0,35 mq/mq. Infine un aggiornamento sul “Piano Economico Finanziario” nella successiva fase progettuale. Con questi tre incisi, l’amministrazione comunale detta le linee guida per la realizzazione del progetto.

Nuovo Stadio San Siro: costi e benefici del nuovo progetto

‘Stadio Giuseppe Meazza’

Siamo ad un passo, quindi, dalla svolta. Inter, Milan e Comune di Milano hanno trovato la quadra per iniziare ad ideare il nuovo San Siro. La zona in cui adesso sorge il Meazza, diventerà un distretto dello sport ed intrattenimento in un contesto green. Il costo dei lavori di realizzazione stimato, si aggira intorno 1,2 miliardi di euro. A questi c’è da aggiungere il canone annuo da versare al Comune di Milano, circa 2 milioni di euro contro i 5 attualmente in carico ai due club.

L’operazione finanziaria che coinvolgerà le due Società, riguarderà un prestito trentennale, stando a quanto riportano i quotidiani finanziari, con tasso di interesse al 5% che andrà a coprire il 90% delle spese totali. 60mila posti a sedere per un giro d’affari stimato di 2 miliardi circa l’anno. Questo potrebbe comportare un sensibile aumento dei prezzi dei biglietti. Work in progress a Milano, la prossima settimana ci sarà un altro incontro tra il Comune di Milano ed i vertici dei due club per ulteriori passi in avanti.