Calciomercato Inter, Raspadori idea per il futuro: l’analisi dell’affare

0
232

Giacomo Raspadori è un pupillo di Beppe Marotta che vorrebbe portarlo all’Inter il prossimo anno dopo i tentativi della scorsa estate

Forse il suo essere interista, forse i gol segnati al Milan nella passata stagione, forse perchè può essere un predestinato. Gli indizi che portano Giacomo Raspadori a Milano ci sono tutti, servono soldi e intenzioni dei club.

Raspadori in azione ©LaPresse

Il calciatore attualmente in forza al Sassuolo è alla sua seconda stagione da protagonista. Tra gol pesanti e infortuni, il suo cammino ha subito evoluzioni in questi due anni. Da riserva a jolly, da talismano a titolare fisso con tanto di chiamata dalla Nazionale Campione d’Europa di Roberto Mancini. L’Inter ci ha messo gli occhi già la scorsa estate, strappando una promessa al direttore sportivo Carnevali, grande amico di Beppe Marotta.

LEGGI ANCHE>>> Dzeko: dura replica di Rahimic (vice ct della Bosnia) ad Inzaghi

Nato e cresciuto, calcisticamente, nel vivaio del Sassuolo, Raspadori ha collezionato in Serie A 51 presenze mettendo a segno 9 gol e 4 assist. Statistiche che vanno dall’esordio nella stagione 2018/19 ad oggi. Numeri, soprattutto quelli dello scorso anno, che sono valsi la convocazione per EURO 2020. Con la maglia azzurra ha disputato 6 partite siglando un gol.

Calciomercato Inter, Raspadori: valutazione e collocazione tattica

I tifosi dell’Inter © Getty Images

Tra le foto dei suoi profili social, spuntano spesso immagini che evocano i colori dell’Inter. Il sogno nel cassetto del ragazzo 21enne che lo scorso anno a San Siro ha segnato al Milan, nel suo personale derby. Il Sassuolo valuta Giacomo Raspadori 20 milioni di euro circa. La società di Viale della Liberazione ed il club emiliano, hanno già fatto affari in passato, vedi Politano.

Dopo il corteggiamento della scorsa estate, l’Inter prepara un nuovo assalto per il prossimo anno, magari con conguaglio+ bonus+ contropartita per convincere Carnevali a cederlo. Nasce da punta esterna, ambidestro tendente a giocare da sinistra per convergere al centro e calciare. Si adatta nel ruolo di seconda punta. Un investimento in prospettiva, sicuramente importante per l’Inter e per la carriera del calciatore. Ad oggi sarebbe il sostituto di un partente Sanchez, per dare più vivacità alla manovra offensiva. Essendo brevilineo questo potrebbe essere un valore aggiunto, soprattutto per il gioco veloce che vorrebbe impostare Inzaghi. Un ottimo elemento per le rotazioni, investimento non esoso ma comunque importante.