L’asse portante dell’Inter rischia di sparire: 120 milioni di euro

0
501

Tre grandi nomi dell’Inter potrebbero lasciare il club e spezzare gli assetti, l’addio del primo è molto vicino e si scongiura fortemente quello dell’ultimo

Quando si parla di calciomercato non si tratta soltanto di indiscrezioni sui nomi in entrata ma anche di rinnovi e uomini in esubero, rotture e clamorose sorprese in uscita. Anche l’Inter, dall’alto della sua fama, non è esente dall’andare incontro ad avvenimenti avversi.

Lautaro Martinez ©LaPresse

Come noto da tempo, il primo calciatore la cui permanenza in nerazzurro è incerta più che mai è Marcelo Brozovic per le difficoltà legate al rinnovo di contratto, anche se stando a diverse fonti nell’incontro dell’altro giorno c’è stato un forte avvicinamento fra le parti. Comunque per lui le possibili destinazioni (a ingaggio importante, da almeno 7 milioni netti) sono numerose, con prevalenza Premier League. Il secondo è Stefan de Vrij, valutato almeno 40 milioni di euro, anch’egli con qualche difficoltà sul rinnovo e il forte pressing del Tottenham di Conte. Il terzo ed ultimo, forse il più importante dell’intera rosa di Inzaghi è Lautaro Martinez. Nonostante sia stato raggiunto agevolmente un accordo sul prolungamento del suo rapporto di lavoro con l’Inter, l’attaccante argentino è tediato da mezza Europa. Nel caso in cui l’attuale presidente Zhang dovesse restare ancora a capo della società e, facendo i dovuti scongiuri, trovarsi nuovamente con l’acqua alla gola tra debiti e perdite finanziarie, l’attaccante argentino potrebbe fruttargli 80 milioni di euro.

LEGGI ANCHE >>> INTERLIVE | Nandez a gennaio: ecco il grande ostacolo da superare

LEGGI ANCHE >>> INTERLIVE | Kostic stufo dell’Eintracht: il nuovo agente può portarlo all’Inter

Calciomercato Inter, incasso da 120 milioni complessivi

bastoni
Lautaro e Bastoni ©LaPresse

Per tutte le altre news di calciomercato e non solo sull’Inter CLICCA QUI

La cessione di Brozovic (a costo zero, ndr), de Vrij e Lautaro nella sessione estiva di calciomercato in programma nel 2022 garantirebbe all’Inter un incasso da 120 milioni di euro che tamponerebbe nuovamente le ferite economiche della società come accaduto in seguito alle precedenti cessioni di Lukaku ed Hakimi. La dirigenza farà di tutto per evitare che ciò accada ma come confessato qualche tempo fa nessun calciatore dell’Inter è incedibile ed ogni strada, buona o cattiva, è percorribile.