Skriniar: “Sono qui da 5 anni, per me l’Inter significa tantissimo. Un onore vestire questa maglia”

0
243

Inter, il difensore Milan Skriniar ha voluto raccontare i suoi sogni di bambino e l’importanze che ha per lui la maglia nerazzurra

Inter
Milan Skriniar ©Getty Images

Per il consueto Match Day Programme, in vista della sfida di campionato contro il Torino di domani sera alle ore 18.30, è stato intervistato il difensore nerazzurro Milan Skriniar. Il calciatore ha iniziato volendo ricordare il suo esordio nel campionato europeo dello scorso giugno con la Nazionale slovacca contro la Polonia e ha spiegato: “La partita d’esordio a Euro 2020 è stata una delle più emozionanti che ho giocato con la maglia della Slovacchia. Abbiamo vinto e ho fatto gol”. Dopo aver parlato della sua nazionale, ha ricordato il suo esordio in serie A con la maglia dell’Inter il 20 agosto 2017 contro la Fiorentina battuta per 3-0. Queste le sue parole: “Con questa maglia ho giocato tante sfide importanti. La prima di solito è quella che non si scorda mai: vincemmo 3-0 contro la Fiorentina. Poi ricordo anche il primo gol con questi colori nel successo 2-0 a Crotone“. Dopo la sua prima volta con i colori del cielo e della notte nel massimo campionato italiano, non poteva mancare un ricordo anche del suo esordio in Champions League, vittoria 2-1 contro il Tottenham. Queste le sue dichiarazioni: “L’esordio in Champions: il ritorno dell’Inter nella competizione, la vittoria in rimonta, il calore dello stadio. Atmosfera magica”. Il giocatore è poi tornato alla sua infanzia e al suo desiderio, avveratosi, di giocare a calcio e ha ricordato: “Fin da bambino volevo diventare un calciatore e quando ero in campo davo sempre tutto, in ogni contrasto. Il momento in cui ho capito che potevo diventare professionista è stato l’esordio nello Zilina“.

LEGGI ANCHE >>> Juric: “Inter fantastica e stima per Inzaghi, ma proviamo a vincerla”

LEGGI ANCHE >>> Calciomercato, c’è l’annuncio: “Non vedo l’ora di firmare con l’Inter”

L’ultimo pensiero lo ha dedicato alla sua squadra e ha detto: “Sono qui da 5 anni, per me l’Inter significa tantissimo. Un onore vestire questa maglia. Sono fortunato ad avere compagni di grande valore e a non doverli affrontare come avversari. Siamo un grande gruppo. Il salvataggio più bello? Quello recente contro lo Shakhtar, nello 0-0 di Kiev“.