De Vrij tra rinnovo e addio: perchè sì e perchè no

0
146

Tra i tasselli ancora da sistemare per il futuro in casa Inter c’è il rinnovo di Stefan de Vrij: perchè rinnovare o non rinnovare il suo contratto 

L’Inter lavora da tempo non solo sul presente ma anche sul futuro. Nei mesi scorsi sono arrivati già rinnovi di contratto molto importanti come quelli di Barella e Lautaro Martinez, e Marotta e soci puntano a blindare anche altri elementi della rosa con Brozovic su tutti. Meno impellente ma ugualmente importante è la situazione legata a Stefan de Vrij, attorno al quale c’è meno pressione ma comunque tanta incertezza.

skriniar e de vrij © LaPresse

Il rinnovo del centrale olandese in scadenza a giugno 2023 non è vicino, motivo per cui non possono essere esclusi movimenti in un senso o nell’altro. Arrivato a costo zero nel 2018, il difensore ex Lazio porterebbe in dote ai nerazzurri una sostanziosa plusvalenza in caso di divorzio.

LEGGI ANCHE >>> L’evoluzione di Bastoni: con Inzaghi un ulteriore salto di qualità

Calciomercato Inter, de Vrij con o senza rinnovo: le due strade dell’olandese

Stefan de Vrij © LaPresse

Per tutte le altre news di calciomercato e non solo sull’Inter CLICCA QUI

Le strade all’orizzonte per il futuro di de Vrij, assistito da Mino Raiola, sono due: rinnovo e permanenza oppure mancata firma e addio estivo. I pro di una conferma in rosa dell’ex Lazio sono tutti da ricercare nell’enorme baglio d’esperienza che porta in dote con se, considerando anche il ruolo chiave nella difesa a tre prima di Conte e poi di Inzaghi ed anche l’ottimo rapporto già in essere da tempo con l’attuale allenatore dell’Inter. Una firma con aumento di ingaggio sui 4,5/5 milioni di euro consentirebbe quindi ai nerazzurri di cementare in rosa un pilastro non troppo semplice da sostituire ed integratissimo nei meccanismi.

LEGGI ANCHE >>> Calciomercato Inter, 20 milioni lordi: 4 anni e colpo a zero

LEGGI ANCHE >>> Calciomercato Inter, bomber da 30 milioni: proposto l’erede di Dzeko

Il rovescio della medaglia porta invece a riflettere su un mancato rinnovo, con conseguente risparmio sull’ingaggio e soprattutto una plusvalenza tutta da poter mettere a bilancio con una cessione milionaria. In questo caso l’erede potrebbe essere Bremer del Torino, difensore perfetto per la difesa a tre e seguito da qualche tempo, ma sul quale ci sono anche Milan e Napoli.