Guardiola di traverso: 10 milioni netti e Marotta ‘beffato’

0
722

Il piano dell’Inter e più precisamente di Beppe Marotta rischia seriamente di saltare definitivamente una volta per tutte

Poco meno di quattro giorni al termine della chiusura definitiva della finestra di mercato invernale. Perciò ancora un altro po’ di tempo per provare a chiudere qualche altra trattativa di mercato prima del ‘gong’ definitivo.

Guardiola di traverso: 10 milioni netti e Marotta 'beffato'
Pep Guardiola ©LaPresse

Diversi sono i club che tentano di chiudere qualche altro affondo finale e tra questi c’è anche l’Inter, che non solo pensa a come poter concludere al meglio questa sessione di calciomercato, ma che si proietta già nella prossima finestra di mercato estiva.

I nerazzurri, dopo aver concluso gli affari in entrata di Andrè Onana (per luglio) e Robin Gosens, pensano a come poter rendere il pacchetto offensivo ancor più competitivo di quanto non lo sia già ora (visto anche il recente infortunio di Correa).

L’obiettivo per il presente resta indubbiamente Felipe Caicedo del Genoa, ma per il futuro si pensa ad altro e perchè no, anche a qualche colpaccio a parametro zero (visto tutto quello che c’è attualmente sul mercato).

Il Manchester City piomba su Paulo Dybala: Marotta avvisato per giugno

Il Manchester City piomba su Paulo Dybala: Marotta avvisato per giugno
Paulo Dybala ©LaPresse

Arrivano conferme sul forte interessamento da parte del Manchester City su Paulo Dybala. L’attuale gioiello di proprietà della Juventus ha un contratto che lo vede legato ai bianconeri fino a giugno 2022 e ora, sono diversi i club interessati a lui, tra questi c’è anche l’Inter.

La ‘Joya’ resta uno dei pupilli dell’ad interista Beppe Marotta e a tal proposito, uno dei suoi desideri più grandi sarebbe quello di vedere l’ex Palermo con il nerazzurro indosso.

Ad avere la meglio però, può essere proprio Pep Guardiola, attuale allenatore dei ‘Citiziens’. A dirla proprio tutta, il club inglese sarebbe anche in grado di esaudire tutte le richieste del classe 1993 e di accontentarlo con un quadriennale da 10 milioni di euro netti a stagione.