Calciomercato Inter, che tentazione per Inzaghi: addio insieme a un big

0
513

Il lavoro di Simone Inzaghi sull’Inter si vede in modo netto. I risultati e il gioco sono sotto gli occhi di tutti, club esteri compresi. C’è una suggestione spagnola con tanto di tentazione 

Simone Inzaghi in estate è arrivato in punta di piedi a Milano per raccogliere l’eredità di Antonio Conte. Un compito arduo per il tecnico nerazzurro che ha saputo prendere quanto di buono costruito nel biennio precedente, mettendo in più qualcosa di suo soprattutto dal punto di vista del gioco. Prestazioni e risultati stanno infatti arrivando, i tifosi dell’Inter hanno già gioito per la Supercoppa e per il passaggio in Champions, e sperano di riuscire anche a festeggiare un altro scudetto.

Inzaghi ©LaPresse

Inzaghi quindi ha saputo dare la sua impronta senza andare a snaturare i punti forti della squadra, tanto da attirare anche le mire di club esteri. Una situazione che spinge anche l’Inter a pensare di blindare il proprio allenatore attualmente legato fino al 2023.

Calciomercato Inter, Inzaghi post Simeone con tanto di regalo: la doppia tentazione

de Vrij © LaPresse

Come evidenziato dai colleghi di ‘Calciomercatonews.com’, nella situazione potrebbe provare ad inserirsi anche l’Atletico Madrid, che sta vivendo un’annata sottotono dopo aver vinto la Liga lo scorso anno. Sono stati fatti diversi passi indietro sia dal punto di vista del gioco che dei risultati ed anche la recente eliminazione dalla Copa del Rey ne è una prova.

Il ciclo di Simeone ai ‘Colchoneros’ potrebbe quindi essere alle battute finali, e secondo i colleghi potrebbe essere sostituito proprio da Inzaghi offrendogli un ricco ingaggio. Il tecnico italiano sarebbe tentato dalla prospettiva di accomodarsi sulla panchina dell’Atletico, con il club che proverebbe anche a convincerlo grazie al mercato. Nello specifico gli spagnoli potrebbero bussare a Milano con l’intento di prelevare anche Stefan de Vrij, elemento portante della difesa di Inzaghi ed in scadenza nel 2023. Resta comunque molto difficile pensare che l’allenatore cambi dopo appena un anno all’Inter.