Juve-Inter battaglia infinita: colpo a centrocampo da 37 milioni

0
236

Juventus e Inter potrebbero incrociare i rispettivi destini per l’ennesima volta anche sul mercato. C’è un possibile obiettivo comune che potrebbe infuocare la contesa 

L’Inter e la Juventus non hanno sostanzialmente mai lottato per lo stesso tipo di obiettivo in questa stagione di Serie A. I nerazzurri campioni d’Italia puntano a bissare lo scudetto dello scorso anno, mentre i bianconeri hanno vissuto un’altra annata di transizione nonostante il ritorno di Massimiliano Allegri. Nello specifico Vlahovic e soci hanno come target primario quello della qualificazione Champions, mentre al contrario in estate le strade delle due grandi rivali potrebbero incrociarsi su un obiettivo di mercato.

Marotta e Nedved ©LaPresse

Sia l’Inter che la Juventus hanno nel centrocampo un reparto che potrebbe parzialmente cambiare. Più solido e talentuoso quello di Inzaghi che a conti fatti dovrebbe più che altro andare a rimpolpare il pacchetto della alternative con la caccia aperta ad un vice Brozovic di qualità. Al contrario i bianconeri dovranno metter mano profondamente alla mediana con i nomi di Jorginho e Sergej Milinkovic-Savic che circolano. Con l’uscita possibile di Arthur però la dirigenza della Juve potrebbe lavorare su un altro tipo di pista anche.

Calciomercato Inter, Ceballos nel mirino della Juventus: sorpasso ai nerazzurri

Dani Ceballos ©LaPresse 

Stando a quanto evidenziato dai colleghi di ‘Calciomercatoweb.it’ gli occhi della Juventus potrebbero tornare su Dani Ceballos, che era già finito nel mirino dell’Inter come vice Brozovic. Dal ruolo di regista a quello di mezzala fino a quello di trequartista: la duttilità non manca allo spagnolo per cui i nerazzurri punterebbero alla formula del prestito.

Si tratta di una pista impraticabile a queste condizioni, con la Juventus che al contrario potrebbe inserirsi ed approfittarne cercando un accordo da 10/12 milioni di euro con un quadriennale da 4/4,5 milioni a Ceballos. Nello specifico si tratterebbe di un totale con Decreto Crescita di circa 25 milioni, che uniti a quelli del cartellino fanno 35-37 milioni di euro.