Conte lo ‘scippa’ all’Inter: l’offerta cash che fa saltare tutto

0
226

La fascia destra dell’Inter ha subito diversi cambiamenti negli ultimi anni. Da Hakimi a Dumfries il passaggio è stato completato ma non mancano le voci sia sull’olandese che su nuovi esterni. Uno di questi profili piace a Conte 

Antonio Conte e l’Inter si sono separati la scorsa estate, così come i nerazzurri ed Achraf Hakimi, esterno destro marocchino che è approdato a suon di milioni al Paris Saint Germain. Al suo posto i nerazzurri hanno ingaggiato l’ottimo Denzel Dumfries, che ha messo in scena una buona stagione personale, non facendo troppo rimpiangere il predecessore. Si è quindi stabilizzata la corsia di destra dell’Inter al netto di possibili interessamenti per l’olandese, accostato anche al Bayern Monaco che però potrebbe avere altre idee. 

Calciomercato Inter: le ultime a proposito della permanenza o meno di Barella in nerazzurro: sullo sfondo c'è anche Conte
Antonio Conte ©LaPresse

Qualora la corsia di destra cambiasse ancora proprietario ecco che tra i profili seguiti dall’Inter potrebbe prendere piede quello di Nahuel Molina, autore di una grande stagione all’Udinese e osservato da altri top club. È proprio sull’argentino che potrebbero incrociarsi nuovamente le strade dell’Inter e di Antonio Conte.

Calciomercato Inter, per Molina ci prova anche Conte: 30 milioni cash per convincere l’Udinese

Nahuel-Molina ©LaPresse

Molina, in attesa della chiusura della stagione, ha messo a referto ben 6 gol e 4 assist in Serie A, dimostrandosi tra i migliori esterni destri del torneo per rendimento e costanza. L’argentino ha ancora anche margini di miglioramento, e complessivamente impressiona sia per corsa che per spiccate capacità tecniche. Caratteristiche ideali da laterale a tutta fascia che possono attirare anche l’ex interista Antonio Conte, che per il suo Tottenham, o anche in un’eventuale prossima destinazione, potrebbe puntare proprio sul classe 1998.

A differenza dell’Inter che proverebbe a diluire la cifra utile a convincere l’Udinese con contropartite tecniche eventuali, gli Spurs non avrebbero particolari problemi a mettere sul piatto 30 milioni di euro cash, provando così a sbaragliare la concorrenza che comprende anche se non soprattutto la Juventus e i rivali dell’Arsenal.