Inter-Sampdoria, Inzaghi: “Stagione da pelle d’oca, lo Scudetto non dipende solo da noi”

0
51

Le dichiarazioni del tecnico nerazzurro alla vigilia dell’ultimo match del campionato di Serie A dell’Inter contro la Sampdoria

Sarà sufficiente apporre una sola ‘x’ sul calendario per catapultarsi a domani, l’ultima domenica della stagione durante la quale l’Inter potrà tentare il tutto per tutto contro la Sampdoria nella rincorsa al Milan, impegnata a Sassuolo, per la vittoria finale del campionato. In diretta dalla sala stampa del Suning Training Centre di Appiano Gentile c’è il tecnico nerazzurro Simone Inzaghi.

Inter-Empoli, Inzaghi: "Domani dovremo dare il 100%. La corsa è contro noi stessi"
Simone Inzaghi ©LaPresse

LA PRIMA STAGIONE – “Se dovessi scegliere un’istantanea di questa prima stagione, ne sceglierei una a colori e non in bianco e nero. Abbiamo fatto un grande percorso anche laddove in molti non ci avrebbero creduto. Siamo arrivati fin qui, è stata del tutto positiva”

SCUDETTO – “La squadra si è preparata come sempre. Sappiamo di dover giocare novanta minuti alla grande per raggiungere gli 84 punti e vedremo cosa succederà con l’altro incontro in programma del Milan”

APPORTO – “Dalla mia esperienza ho portato concentrazione per la prossima partita contro la Sampdoria, consci del gioco che hanno fatto contro la Fiorentina. Il nostro destino non dipende solo da noi ma passa anche tramite loro”

HANDANOVIC – “Vederlo ancora in nerazzurro è un mio desiderio. Il suo ruolo è stato principale dentro e fuori dal campo, lo stesso vale per Perisic. Su questo ho un appuntamento con la società e valuteremo tutti gli obiettivi per la prossima stagione. Fino ad oggi non ci abbiamo pensato, avevamo altri impegni”

VOTO – “Un numero alla stagione non voglio darlo. Come ho detto altre volte, sapevamo che non sarebbe stato un anno semplice ma siamo stati bravi ad arrivare sin qui a giocarci lo scudetto all’ultima partita. Poi si sa, il calcio può riservare sempre sorprese”

MORALE – “La sto vivendo con grande serenità, sia col gruppo che in famiglia. La squadra ha fatto un’ottima stagione, sono soddisfatto. Sarebbe straordinario che potesse accadere l’impensabile domani. Abbiamo dato soddisfazioni al pubblico con due trofei all’attivo, ci hanno sempre sostenuti anche nei due mesi di carenza di risultati”

SCETTICISMO – “Noi allenatori siamo sempre sotto giudizio, come giusto che sia. Io riconosco il percorso fatto col mio staff sulla base degli obiettivi prefissati, conoscevo i problemi interni all’Inter. Strada facendo le nostre responsabilità sono aumentate perché abbiamo superato le aspettative. Domani vivrò la giornata nel migliore dei modi”

RIMORSI – “Non mi darebbe fastidio sentire paragoni, è del tutto normale. Ho un ottimo rapporto con Conte, c’è stima reciproca. Il campo darà il giudizio definitivo, ma indipendentemente da come andrà domani ribadisco di essere soddisfatto per come sono andate le cose in questa stagione”

ALLENATORI – “In tanti hanno fatto bene. Al momento mi vien da pensare a Nicola, perché ha ereditato una situazione non semplice con tantissimi punti di ritardo ed è ancora tutto aperto”

SKRINIAR – “Milan ha fatto una grande stagione, si è confermato ai livelli di quelle passate. Vuol sempre migliorare. In generale però sono contento sia di chi ha fatto cinquanta partite, sia chi ne ha fatte meno. Non posso soffermarmi sui singoli, voglio fare un plauso a tutta la rosa”

AVVERSARIE – “Inter e Milan più che preoccuparsi l’una dell’altra devono preoccuparsi di Sampdoria e Sassuolo. Sono due squadre che possono migliorare la propria posizione ma non cambiare il proprio obiettivo”

CHAMPIONS – “Per com’è stata giocata la partita d’andata col Liverpool, non ci meritavamo quel risultato. Entrambe le partite, in verità, ci hanno fatto perdere qualche giocatore e punto in più in campionato. Ma con i se e i ma non si va avanti. Sono ugualmente contento”

CORREA – “È un giocatore che ha tantissima qualità, ha mostrato tutto il suo potenziale. Ha avuto due infortuni che lo hanno rellentato. Dopo l’allenamento di oggi sceglierò la formazione migliore per affrontare la Sampdoria”

PERISIC – “È andato oltre le mie aspettative. Fin quando non alleni qualcuno, rischi di non renderti conto di cosa sia realmente capace. Quest’anno è stato straordinario, si è superato. Spero che possa esserci fumata bianca nell’incontro con la società sul suo rinnovo di contratto”

Si chiude qui la diretta testuale della conferenza stampa.