Personalità e ricercatezza: Asllani si presenta all’Inter

0
24

Il centrocampista albanese si prende la scena dopo la buona prova contro il Monaco, a segno anche la prima rete (non ufficiale) con la maglia dell’Inter

Fino a poche settimane fa si trattava soltanto di un sogno, oggi quel sogno si è trasformato in realtà. Kristjan Asllani è stato presentato come nuovo giocatore dell’Inter, alla luce dell’esplosione prestazionale occorsa nella passata stagione con la maglia dell’Empoli. Ha avuto l’occasione per mettersi in mostra nella seconda uscita precampionato a Ferrara contro il Monaco, confermando ogni aspettativa e superandone persino alcune. Ecco come.

Kristjan Asllani (foto Inter)

Il match è stato equilibrato sotto tanti punti di vista, a fini meramente statistici: possesso palla, tiri totali, calci d’angolo. Il tutto raccolto nel punteggio finale di 2-2. Ma quel che conta di più è il tipo di prova offerto. Mister Inzaghi ha dichiarato di esser soddisfatto di aver mostrato un buon calcio in una fase delicata del ritiro e contro una squadra molto competitiva, dedita anch’essa a ben figurare in Champions League. Errori a parte e quei due gol subiti in avvio che hanno rispecchiato l’andamento iniziale sottotono, l’Inter ha saputo reagire con carattere anche grazie a quel giovane mediano Asllani partito al posto di Brozovic dal primo minuto.

Preciso, senza forzare le giocate, utile in copertura nonostante non si tratti di Casemiro o Busquets, l’albanese non ha fatto per nulla rimpiangere l’assenza del compagno di reparto croato. Altro che vice: se dovesse continuare a crescere così potrebbe partire una genuina sfida interna per meglio definire i ranghi. Concentrato e mai banale, trasuda forte personalità e istinto. In più ha dimostrato di saperci fare tecnicamente, con la rete di sinistro (lui ambidestro, ndr) di prima ad incrociare sul secondo palo.

Asllani: “Sono contento, voglio fare il massimo”

Asllani alla firma del contratto (foto Inter)

Al termine della partita, Asllani ha rilasciato una breve dichiarazione ai microfoni di INTER TV: “Un anno fa non giocavo nella Primavera dell’Empoli, oggi sono qui con la maglia dell’Inter. Sono contento, voglio fare il massimo. Allenarmi coi compagni è fantastico, so di poter imparare molte cose da loro. Sono stato accolto benissimo, tutti mi aiutano: sin dal primo giorno parlavo di situazioni di gioco con Lukaku. Andiamo avanti tutti insieme con un obiettivo preciso”.