Correa discontinuo, ora sotto bersaglio: “Quando entra non dà nulla”

0
12

Il centravanti argentino non convince neppure in questo avvio di stagione sulla scia del precedente, il suo apporto è di uno che si “nasconde”

Non si è trattato di un inizio di stagione felice per l’Inter, a parlare sono stati i troppi alti e bassi costellati da prestazioni deludenti e risultati magri. Tra i protagonisti di questa involuzione spunta anche Joaquin Correa, per il secondo anno consecutivo.

Joaquin Correa ©LaPresse

Il centravanti argentino ha concluso la passata stagione con un pesante interrogativo sulla propria testa a cui non si è trovata ancora risposta. I suoi sono sempre stati lampi di breve durata, per poi lasciare spazio a tante nubi. Basti pensare alla doppietta d’esordio. In 26 presenze ha messo a segno 6 gol di pregevole fattura e fornito un solo assist ai compagni: nel complesso le sue prestazioni sono state però incostanti.

Correa ricalca il passato: “Sta trovando difficoltà”

Joaquin Correa ©LaPresse

Parrebbe dunque aver iniziato questa stagione sullo stampo della precedente, con due bei gol e un assist nelle prima sette presenze in maglia nerazzurra. Sebbene le sue parole nel pre-partita contro l’Udinese avessero lasciato ben sperare ad una rivalutazione sul suo apporto alla causa, anche in quella circostanza il suo rendimento ha rispecchiato le attese.

A tal punto che Paolo Di Canio, in un’intervista ai microfoni di ‘Sky Sport’, è stato ben chiaro: “Non voglio mettere la croce addosso a Correa, ma sta trovando difficoltà e quando entra non ti dà nulla, se sente l’aria calda va a nascondersi nell’ombra”.