Piove sul bagnato in casa Inter: scatta l’allarme Lautaro

0
122

Sconfitta che brucia e Lautaro in bilico, ora i nerazzurri potrebbero (forse) affidarsi al solo Lukaku contro il Sassuolo 

Una partita con tanti chiaroscuri da far rivalutare tutte le certezze poste sinora nella gestione Inzaghi. Questo è il brevissimo riassunto di quanto visto dopo i novanta minuti di ieri contro la Roma in campionato, impressa sul tabellino come la quarta sconfitta in otto partite giocate.

Romelu Lukaku ©LaPresse

Ad essere mancata sinora è stata non soltanto l’attenzione nella fase di ripiegamento, con ripetute concessioni alle offensive avversarie da una delle difese migliori d’Europa (almeno secondo i dati della stagione passata), ma anche la brillantezza sottorete. L’ultimo attaccante ad aver lasciato il segno in partita è stato Edin Dzeko un mese fa nel derby di Milano, e in tutto questo Lautaro Martinez ha avuto spesso un ruolo marginale nella fase di costruzione.

Dopo Lukaku è il turno di Lautaro, ipotesi infortunio

Lautaro Martinez ©LaPresse

Chissà che non abbia patito l’assenza di Lukaku. Il centravanti belga potrebbe fare rientro per la prossima gara contro il Sassuolo, ma ci sono ancora una serie di fattori e valutazioni da fare prima della decisione definitiva.

Quel che invece preoccupa non poco, dopo il suo infortunio, è lo stop forzato del compagno di reparto argentino occorso ieri: Lautaro è uscito dal terreno di gioco dolorante, testa bassa e tenendosi con una mano la coscia. C’è dunque l’ipotesi dell’ennesimo infortunio di peso, ma si attendono gli esami strumentali per comprenderne l’entità. La “Lu-La” potrebbe essere destinata a non ricomporsi, non ancora. E chissà se ci sarà ancora Inzaghi nel frattempo.