Xavi al veleno: “Domani ‘aggrediremo’ l’Inter. L’1-0 non mi basta”

0
57

Xavi avvisa l’Inter e manda già un ‘messaggio’ ai suoi. Tutte le dichiarazioni rilasciate in conferenza stampa dal tecnico del Barcellona

Torna la Champions League e con sé tutto il fascino del calcio europeo. A dar spettacolo infatti nella giornata di domani, ci penseranno proprio Barcellona ed Inter in quel del ‘Camp Nou’, col calcio d’inizio fissato alle ore 21. A proposito di ciò, durante queste ultime ore, è intervenuto nel bel mezzo della propria conferenza stampa lo stesso tecnico dei ‘blaugrana’ Xavi Hernandez per sciogliere alcuni dubbi di formazione e non solo sulla sfida di domani.

Xavi Hernandez ©LaPresse

Ecco le sue parole raccolte da Interlive.it:

SUL MATCH DI DOMANI – “Ci aspettiamo una gara molto simile a quella di Milano. Domani sarà una finale. Bisogna giocarsi il tutto per tutto ed essere ottimisti. Dovremo essere coraggiosi e andare all’attacco. Tutto quello che ci auguriamo è di vivere una notte magica con l’aiuto di tutta la tifoseria. Siamo il Barça e ci si aspetta tanto da noi. Se firmo per l’1-0? No, mi piacerebbe un 2-0″.

SULL’INTER – “Generalmente loro sono una squadra che difende molto bassa. Noi invece abbiamo diverse alternative e le abbiamo provate proprio per cercare di attaccare meglio”.

SULL’UNDICI INIZIALE – “Non posso fornirvi troppe informazioni. Ciò che posso ribadirvi però, è il fatto che andremo continuamente all’attacco. Dovremo verticalizzare di più e provare a tirare maggiormente da fuori area. Mi hanno educato così, è il mio DNA”.

UN PENSIERO SULLA TIFOSERIA – “La tifoseria ha capito l’importanza del match, tant’è che i biglietti sono andati in sold-out. Per il resto loro ci sono sempre e sono a dir poco fondamentali per noi. Domani il ‘Camp Nou’ dovrà essere un vulcano”.

KOUNDE’ – “Di base domani non contiamo su di lui, salvo sorprese. Per domenica vedremo, ma dipenderà dalle sue sensazioni. Sono partite che se non sei al 100 per cento è meglio non esserci”.

SU UN’EVENTUALE ELIMINAZIONE – “Sarebbe una grande delusione. Ora come ora cerchiamo di pensare positivo. Domani vogliamo vincere e continuare in Champions. È vero, la situazione è scomoda per varie circostanze, però domani abbiamo la possibilità di rimettere tutto a posto”.

LEWANDOWSKI – “Robert è importante non soltanto domani ma in qualsiasi gara. Tutti devono fare un passo avanti per fare una grande partita e migliorare il livello di gioco. La squadra dovrà giocare di più con lui, scambiare con il nostro centravanti e cercare verticalità: l’abbiamo fatto poco nelle ultime partite”.

DE JONG – “Ha appena recuperato da un piccolo infortunio. Vedremo le sensazioni e domani vedremo se partirà titolare o entrerà nel secondo tempo”.