Joao Mario affossa la Juve: flop totale all’Inter, super al Benfica

0
381

Dal fallimento totale vissuto all’Inter alla rinascita avuta col Benfica. Tutto quello che c’è da sapere su Joao Mario e sul suo momento di forma

Trasferitosi in passato all’Inter in quel dell’ormai lontano 2016, Joao Mario, si è da lì rivelato in tutti questi ultimi anni un’operazione fallimentare apportata dall’intera dirigenza nerazzurra, in quanto ha totalmente deluso le aspettative riposte su di sé.

Joao Mario ©LaPresse

Da lì, i suoi ultimi anni sono stati caratterizzati da un ‘viavai’ di prestiti: col primo trascorso al West Ham, fino ad arrivare a quelli vissuti con Lokomotiv Mosca e Sporting Lisbona. Al termine di tutto ciò però, l’ex ‘fantasista’ dell’Inter – chiamiamolo così – dopo essere stato acquistato in passato dai nerazzurri per circa 40 milioni di euro – risultando così il quarto acquisto più oneroso nella storia dell’Inter – si è accasato in seguito a parametro zero al suo nuovo club: vale a dire il Benfica; ‘piazza’ nella quale sta iniziando a stupire sul serio.

Dal flop totale vissuto all’Inter alla risalita avuta col Benfica: l’incredibile ‘parabola’ di Joao Mario

Joao Mario ©LaPresse

Il tabellino di Joao Mario ‘recita’ al momento: ben 6 gol e addirittura 3 assist raccolti in sole 12 presenze complessive in stagione (senza contare quindi quelle della qualificazione in Champions League). Numeri davvero sorprendenti per un giocatore che in passato ha dimostrato decisamente poco e niente (vedasi l’esperienza vissuta per l’appunto all’Inter). Dopo aver vissuto anni fallimentari, possiamo dunque dire che Joao Mario ha finalmente iniziato a rivedere la luce, ‘affossando’ di fatto la Juve con la sua rete siglata in Champions a Torino e condannando probabilmente i bianconeri all’eliminazione dal proprio girone. Per dipiù – ed infine – il trequartista portoghese, oltre ad essere diventato uno dei maggiori punti di forza della squadra di Schmidt, è stato anche in grado di andare in gol anche nel match di ieri sera contro il Psg.