Barella, il Camp Nou punto di (ri)partenza: perché può trascinare l’Inter

0
86

L’Inter ritrova il vero Barella e Inzaghi non può far altro che sorridere. Il focus sul centrocampista nerazzurro

In tanti si erano chiesti dove fosse finito il miglior Nicolò Barella, ma il centrocampista sardo, con un gol rifilato sotto il ‘sette’ ad inizio ripresa, si è letteralmente preso la scena del ‘Camp Nou’ e l’ha fatto con una prestazione da applausi.

Nicolò Barella ©LaPresse

In tanti si auspicano ora, che l’ex mezz’ala del Cagliari possa appunto rimanere su questi ritmi, in modo tale da poter riuscire ai riproiettare l’Inter ai vertici della classifica. Nonostante non abbia infatti superato alcuni suoi limiti caratteriali – e seppur le ‘sbracciate’ nei confronti dei suoi compagni appaiano ormai cosa lontana – Nicolò Barella, resta indubbiamente uno dei veri e propri punti di forza della squadra di Inzaghi. Da qui inoltre, la rete rifilata al Barcellona, potrebbe aiutare a dare nuova ‘linfa’ al classe ’97 e a tutta la sua Inter, proprio come certificato da Beppe Bergomi.

Bergomi non ha dubbi: “Ho ‘bacchettato’ più e più volte Barella, ma se gioca a questi ritmi può davvero fare la differenza”

Beppe Bergomi ©LaPresse

Una volta intervenuto negli studi di ‘Sky Sport’, l’opinionista sportivo – e non solo – Beppe Bergomi, ha da lì colto l’occasione per fare il puto della situazione non soltanto su tutta l’Inter, ma in particolare su Nicolò Barella. A proposito di ciò, lo ‘Zio’ si è così espresso sul centrocampista sardo: “Sono stato abbastanza critico con Barella per l’atteggiamento che ha avuto in passato, ma devo dire che col Barcellona ha fatto una partita seria, da centrocampista europeo. Se si conferma su questi livelli, è un giocatore che può trascinare davvero tutta la squadra”.