Intreccio choc con la Juventus: Ausilio può lasciare l’Inter

0
545

La prossima estate potrebbero muoversi non solo calciatori ma anche alcuni dirigenti importanti in giro per l’Europa. Un intreccio che eventualmente potrebbe coinvolgere anche Ausilio 

Il mercato che ruota intorno ai calciatori è naturalmente quello che maggiormente attira l’attenzione di tifosi, e non solo, eppure fascino e suggestione potrebbero portarle in dote anche i dirigenti. La prossima estate più di qualcosa potrebbe muoversi a livello internazionale, con alcuni nomi importanti che potrebbero dunque anche cambiare realtà di appartenenza.

Intreccio choc con la Juventus: Ausilio può lasciare l'Inter
Beppe-Marotta-e-Piero-Ausilio ©LaPresse

A giugno potrebbe quindi partire anche una girandola di direttori sportivi, e non solo di calciatori. La Juventus in particolare potrebbe cambiare il proprio assetto societario, e in questo senso è circolato anche il nome di Cristiano Giuntoli, che ha fatto benissimo al Napoli.

Calciomercato Inter, intreccio tra dirigenti: girandola di ds con Ausilio sullo sfondo

Intreccio choc con la Juventus: Ausilio può lasciare l'Inter
Marotta, Ausilio e Antonello ©LaPresse

Oltre all’intrigante profilo di Giuntoli, per la Juventus si è anche fatto il nome di Berta dell’Atletico Madrid, sempre molto chiacchierato e sotto i riflettori. Il dirigente della compagine iberica però piace anche in Premier League. Se andasse via gli spagnoli potrebbero pensare di conseguenza anche a Piero Ausilio, in scadenza nel 2024 con l’Inter esattamente come Marotta e il vice Baccin.

Ausilio dal canto suo è però legatissimo alla compagine meneghina, con cui sta lavorando da tempo e a livelli molto elevati. Il dirigente italiano ad ogni modo però potrebbe essere attratto da un’eventuale e suggestiva esperienza all’estero in un club comunque di elite come l’Atletico Madrid, specie se dovessero esserci scossoni in società come un cambio di proprietà. Dal punto di vista dei piani alti, al netto delle smentite di Zhang, l’Inter non è ancora sicura del proprio futuro, e in caso di clamorosi cambi chissà che non si modifichino anche le strategie dirigenziali.