Soldi e scambio con l’Inter: c’è il ‘tradimento’ al Milan

0
950

L’esterno potrebbe confare ai bisogni del club spagnolo che a sua volta libererebbe il centrocampista ex Milan, ecco lo scenario

Un paio di stagioni fa la dirigenza nerazzurra aveva reso noti i propri obiettivi per il futuro del club soprattutto in chiave mercato. Per poter mantenere il giusto livello di competitività in un mondo che evolve di continuo ma allo stesso tempo contenere le spese e guardare alla sostenibilità dell’intero sistema economico della società, Marotta non ha mai escluso la possibilità di qualche grande cessione sulla scia di quanto avvenuto in passato con Lukaku ed Hakimi.

Denzel Dumfries ©LaPresse

Ad avvicinarsi inesorabilmente verso questo destino sono i nomi più caldi di cui l’Inter è fortunata detentrice: da Milan Skriniar a Nicolò Barella, passando per Lautaro Martinez a Denzel Dumfries. Quest’ultimo sembrerebbe colui attorno al quale stanno ruotando la maggior parte delle voci al momento, in seguito alle brillanti prestazioni messe a referto con la maglia della Nazionale dell’Olanda nel corso delle ultime uscite nel Campionato del Mondo di Qatar 2022. Di questo non è molto contenta (per modo di dire, da leggere tra le righe) l’agente del calciatore Rafaela Pimenta: “Spero vivamente che il suo valore di mercato non sia cresciuto come dicono (si parla di 60 milioni, ndr), altrimenti sarà difficile venderlo“.

Dietro di lui la lista delle pretendenti si allunga sempre più, con tante inglesi come ChelseaManchester United e Tottenham di Conte – come raccontato ieri su ‘interlive.it‘ – ma anche il legittimo interesse del Barcellona. Nel caso in cui, come prevedibile, Dumfries non lasciasse l’Inter a gennaio il club catalano potrebbe seriamente fiondarsi su di lui a giugno con l’obiettivo di offrire a Xavi un rinforzo di spessore per la corsia esterna destra. A dare man forte all’operazione potrebbe essere l’ottimo rapporto di fiducia tra la Pimenta ed Enzo Raiola con il presidente blaugrana Laporta.

Calciomercato, Dumfries per Kessié: affarone col Barça

Frank Kessié ©LaPresse

In un ancora ipotetico scenario, il Barcellona offrirebbe all’Inter una parte cash più contropartita secca come Dest (nel caso in cui il Milan non dovesse riscattarlo per 20 milioni) oppure l’ex centrocampista rossonero Kessié. L’ivoriano è stato spesso accostato al club nerazzurro nelle ultime settimane a causa di un desiderio crescente di voler calcare con maggiore regolarità il terreno di gioco. L’unico grande ostacolo per raggiungere il ‘Presidente’ sarebbe quello dell’ingaggio: per Marotta 7 milioni di euro sono troppi da gestire, motivo per cui l’idea del prestito con contributo diretto da parte del club offerente sarebbe ancora oggi la soluzione ideale.