Dumfries: “Ho qualcosa al polpaccio”. Messi e l’assist da playstation

0
44

Giornataccia per Denzel Dumfries: eliminato con la sua Nazionale, espulso al termine della lotteria dei rigori e pure infortunato

Dopo la bella prova contro gli Stati Uniti e dopo aver visto l’Argentina faticare a battere l’Australia, ci si aspettava un’Olanda che potesse mettere in grave difficoltà la squadra sudamericana e invece, nei primi 75 minuti, la formazione allenata da Scaloni ha tenuto il controllo del gioco portandosi 2-0.

In merito alla gara ci sono le parole di Emiliano Viviano a Calciomercato.it in diretta sul canale Twitch di Tv Play esaltato dall’assist di Messi a Molina, per il primo gol della squadra sudamericana: “E’ un pallone incredibile una cosa che si fa giocando alla Playstation in campo largo. Si conferma come il giocatore più forte del mondo, un extraterrestre”. In questo momento l’estremo difensore sta disputando il campionato turco nel Karagumruk

Denzel Dumfries ©LaPresse

Nell’ultimo quarto d’ora, più i 10 minuti di recupero la formazione europea ha reagito e pareggiato. Il risultato non è cambiato durante i supplementari, nonostante la squadra di Messi e Lautaro ha più volte rischiato di trovare il terzo gol colpendo pure un palo, il punteggio è rimasto invariato. L’epilogo inevitabile dei rigori ha visto per l’ennesima volta la formazione, guidata da Van Gaal, eliminata.

Chi ha avuto comunque la peggio in questa serata sfortunata, è l’esterno destro Denzel Dumfries, oltre alla beffa dell’eliminazione, è stato espulso dopo il rigore decisivo del suo compagno di squadra nell’Inter Lautaro Martinez, ed è pure uscito dal campo con una leggera zoppia. Queste le parole del calciatore: “Ho qualcosa al polpaccio, ma niente di grave”, che poi ha voluto tranquillizzare i tifosi aggiungendo: “In dieci giorni sono pronto per l’Inter

Olanda-Argentina, Dumfries sull’espulsione: “Perché ho reagito così”

In merito alla sua espulsione, non ha voluto dare alcuna spiegazione e Voetbal International ha riportato le sue parole: “Olanda-Argentina è una partita accesa, in cui sai che ci saranno degli screzi. Ci sono state provocazioni reciproche, da parte mia come da parte loro. Non mi piace puntare il dito contro gli altri giocatori, ma avevo le mie ragioni. Non so se è stata una cosa intelligente… Ma è successo qualcosa che mi ha fatto reagire così”.

Lautaro Martinez ©LaPresse

Come dicevamo per le squadre olandesi, che sia la Nazionale, che sia una squadra dell‘Eredivise, la lotteria dei rigori è quasi sempre indigesta, ma in merito alla sconfitta il calciatore non indica nessun compagno e ha semplicemente detto: “Tutti hanno mantenuto le promesse, ci è mancato qualcosa: può succedere. Ci siamo allenati per i rigori, ma ovviamente è impossibile replicare il gesto in un momento simile. Sono orgoglioso dei ragazzi che hanno avuto coraggio e si sono presi la responsabilità di tirare il rigore. Bisogna essere sempre una squadra e tornare a casa a testa alta. Siamo orgogliosi, orgogliosi di rappresentare i Paesi Bassi; abbiamo combattuto come leoni fino all’ultimo respiro. Nella testa mi stanno balenando tante emozioni in questo momento, guarderò a quello che è stato più avanti. Ci sarebbe piaciuto restare in Qatar“.

In merito alla gara ci sono le parole di Viviano a Calciomercato.it in diretta sul canale Twitch di Tv Play esaltato dall’assist di Messi a Molina per il primo gol della squadra sudamericana: “E’ un pallone incredibile” una cosa che si fa giocando alla Playstation in campo largo“.

Che poi ha aggiunto: “si conferma come il giocatore più forte del mondo”, “un extraterrestre”. In questo momento il calciatore sta disputando il campionato turco nel Karagumruk.

Adesso lo aspettano ad Appiano Gentile, visto che la gara del 4 gennaio contro il Napoli è una specie di finale per i ragazzi di Simone Inzaghi, non solo per riaprire il discorso scudetto, anche se il distacco dai partenopei in caso di vittoria resterebbe comunque di 8 punti, ma soprattutto per non perdere terreno dalle dirette concorrenti per un posto in Champions League, che hanno una giornata sulla carta abbastanza agevole.