Stop di otto mesi e doccia gelata per l’Inter: blitz da 15 milioni

0
39

Il rientro di un calciatore dopo otto mesi di stop forzato può cambiare il mercato per molte squadre, compresa l’Inter. I nerazzurri potrebbero infatti vedere sfumare un colpo dato quasi per certo

Il club proprietario del giocatore tornato ad allenarsi in campo dopo otto mesi di stop potrebbe spingersi a cercare subito un sostituto in attesa del completo recupero. E tale novità potrebbe mettere a rischio un colpo dell’Inter.

Stop 8 mesi Castrovilli
Infortunio Castrovilli ©️Ansa

Gaetano Castrovilli torna fra i convocati della Fiorentina (in amichevole) dopo il gravissimo infortunio subito nella primavera scorsa durante la partita contro il Venezia. Castrovilli fu operato al ginocchio, per risolvere le lesioni al crociato anteriore, al collaterale mediale e al menisco. E ora il centrocampista classe ’97 può tornare ad allenarsi con i compagni, grazie a un recupero tutto sommato veloce. Otto mesi di stop dopo il grave incidente affrontati sembrano infatti un prezzo minimo.

Il rientro sarà graduale, anche se il calciatore vorrebbe già tornare titolare. Intanto la Fiorentina farà di tutto per permettere a Castrovilli di tornare in forma con tranquillità, già sapendo che non sarà semplice tornare ai livelli dell’anno scorso. Anche per questo non è escluso che la Viola possa tornare sul mercato.

C’è infatti chi parla di un colpo in Sud America per un giocatore che interessa da tempo all’Inter, e che i nerazzurri s’illudevano di avere in pugno.

Il ritorno dopo otto mesi di stop di Castrovilli spinge comunque la Viola sul mercato

Il nome giusto per i dirigenti della Fiorentina potrebbe essere quello di Carlos Jonas Alcaraz, centrocampista ventenne del Recing Club. Alcaraz è un obiettivo dichiarato dell’Inter da molti mesi.

Fiorentina su Alcaraz del Racing
Alcaraz ©️LaPresse

Il giocatore ha una clausola da 20 milioni, ma Piero Ausilio era convinto di poterlo prendere a molto meno. Con 8 milioni più Colidio, per esempio. O con 12 milioni sciolti. La situazione sembrava insomma tutta nelle mani dei nerazzurri. E ora tutto potrebbe cambiare.

Pare che Alcaraz abbia già fatto sapere al Recing di preferire l’Inter a ogni altra destinazione. Ma se la Fiorentina dovesse pagare la clausola da 20 milioni, per i nerazzurri non ci sarebbe più spazio di manovra, e anche il giocane Carlos dovrebbe accontentarsi. In realtà, la Viola non ha intenzione di versare tutti i milioni della clausola. L’offerta che potrebbe partire per l’Argentina è di 15 milioni. L’Inter, però, trema lo stesso, perché pareggiare l’offerta dei toscani sarà complicato.

Rischio Alcaraz: irrompe la Viola

Pur avendo appena vent’anni, Alcaraz è un giocatore di grande personalità. Entrato a far parte dell’accademia giovanile del Racing Club nel 2017 ha esordito nella Primera División argentina nel gennaio del 2020. Nel 2022 ha segnato il goal del trionfo nella finale della Coppa d’Argentina del 2022 contro il Boca Juniors nei tempi supplementari. Un goal che scatenò una mostruosa rissa con una decina di espulsi.

Fiorentina su Alcaraz del Racing
Diego Milito ©️LaPresse

Baccin, che ha visionato a lungo il centrocampista, lo ha descritto come un possibile crack. Per questo Ausilio ha fretta di muoversi. L’Inter spera di poter contare sulla carta Fancudo Colidio (attualmente in prestito al Tigre), che piace moltissimo al Racing.

Alcaraz può anche contare su sponsor di un certo livello. Sia Zanetti che Diego Milito si sono spesi con parole di elogio sul giovane centrocampista, dichiarando sopportabile un sacrificio di Colidio per portarlo subito a Milano. Secondo Milito, il classe 2002 potrebbe diventare un campione: assomiglia molto a Vidal, per grinta, capacità di inserimento e fame.