Inter, salta l’operazione a zero: è fatta per il rinnovo

0
28

Il club nerazzurro a caccia di qualche parametro zero da inserire in organico in futuro, nell’attesa di concludere le operazioni di rinnovo interne

La parentesi del Campionato del Mondo di Qatar 2022 è ormai conclusa e l’Inter può spostare tutta la sua attenzione sugli impegni di campionato imminenti, contemporanei all’apertura della sessione invernale di calciomercato.

Dumfries in azione, al suo posto Dalot
Denzel Dumfries ©LaPresse

Su questo fronte, Simone Inzaghi è in strettissimo contento con il resto della dirigenza capitanato da Giuseppe Marotta per definire – nel più breve tempo possibile – soprattutto le posizioni di Milan Skriniar, Alessandro Bastoni, Robin Gosens e Denzel Dumfries negli schemi nerazzurri del futuro.

Sul centrale slovacco filtra tanta fiducia sulla possibilità di raggiungere l’intesa definitiva sulla trattativa il rinnovo di contratto, portata avanti con estrema attenzione per diversi mesi. La fumata bianca è prevista, salvo complicazioni dell’ultimo minuto, entro la fine dell’anno solare per 7 milioni di euro. Una sorta di regalo di Natale posticipato in concomitanza con lo ‘stappo’ vincente del Capodanno. Fronte Bastoni, invece, la società s’è dichiarata diffidente a qualsiasi proposta o tentativo d’acquisto a gennaio. L’intenzione sarebbe persino quella di offrire al giovane Nazionale azzurro la possibilità di prolungare la propria permanenza a condizioni migliorate sulla base di 4,5 milioni di euro e stroncare sul nascere la concorrenza.

Diverso è il discorso per l’esterno tedesco. Su di lui sarebbe vivo l’interesse del Bayer Leverkusen ma, nonostante il possibile tentativo di ‘scippo’ a gennaio, l’Inter potrebbe chiedere al club tedesco di posticipare qualsiasi tipo di trattativa alla prossima estate. L’apertura alla cessione ci sarebbe, dunque, soltanto nel caso in cui non dovesse riuscire a ribaltare le aspettative d’inizio stagione lanciate dal tecnico piacentino. Sull’esterno olandese, invece, sono forti le pressioni da parte di Chelsea, Barcellona e Bayern Monaco che lascerebbero presagire ad un’azione corale di fine stagione. Ed è proprio questa l’operazione che maggiormente preoccupa l’ambiente nerazzurro.

Calciomercato, senza Dumfries è idea Dalot: scatta l’opzione dello United

L’Inter ha sondato in lungo e in largo il mercato degli esterni nel tentativo di scovare la possibile soluzione ideale in sostituzione di Dumfries dalla prossima stagione. Al netto di qualche pista facilmente percorribile, la modalità principale d’arrivo deve essere necessariamente quella a parametro zero.

Dalot al posto di Dumfries
Diogo Dalot ©LaPresse

Tra i nomi già caldi a risultare in scadenza di contratto ci sarebbe anche il portoghese Diogo Dalot, ex conoscenza del Milan attualmente tra le file del Manchester United. Fino a poco tempo fa si presumeva, come riporta SkySport UK, che il calciatore assieme ad altri perdenti posto come Marcus Rashford e Luke Shaw potessero seriamente lasciare il sodalizio delle midlands a fine stagione. Eppure, secondo gli ultimi aggiornamenti, lo United avrebbe deciso di applicare l’opzione di prolungamento automatico di contratto fino al 2024. L’unico per il quale ci sarebbe un destino diverso è il portiere spagnolo David De Gea, eppure la dirigenza è fiduciosa di poter strappare un nuovo accordo anche con lui in vista di una positiva e vincente rivoluzione senza Cristiano Ronaldo.