Calciomercato Inter, offerta irrinunciabile e colpo De Paul

0
33

L’Inter non ha smesso di sognare il colpo De Paul, ma la situazione si complica anche in vista di una clamorosa manovra in casa Juve

Alla Juventus non c’è più nessun incedibile. Questa è la linea della proprietà che si prepara alla rifondazione, parziale o totale, del club in attesa dell’esito delle nuove indagini della procura.

Colpo De Paul Juve
De Paul ©LaPresse

Anche Manuel Locatelli potrebbe dunque finire nella lista dei sacrificabili qualora arrivasse un’offerta irrinunciabile. Vale a dire che con 50 milioni circa, i bianconeri sarebbero pronti a lasciarlo andare, anche subito e senza troppe remore.

Dei soldi di questa ipotetica vendita almeno una trentina di milioni potrebbero essere girati all’Atletico Madrid, per provare a prendere Rodrigo De Paul, uno dei grandi protagonisti del Mondiale in Qatar. De Paul conosce la Serie A, ha intensità, personalità e classe. È quel tipo di giocatore che a centrocampo garantirebbe grande equilibrio e offrirebbe ad Allegri enorme qualità e duttilità. Non è un mistero che De Paul piaccia anche ai nerazzurri.

Ma per l’Inter il colpo De Paul diventa sempre più improbabile data la possibilità dell’inserimento della Juventus. A Madrid vorrebbero che il giocatore fosse rilanciato e quindi trattenuto, ma De Paul ha rotto da un pezzo con Diego Simeone, e le strade sembrano destinate a dividersi.

La Juve dà via Locatelli e l’Inter blocca il colpo De Paul

Ma dove potrebbe andare Manuel Locatelli? Secondo il quotidiano spagnolo AS, il Real Madrid ha messo da qualche giorno nel mirino Locatelli. In piano A dei Blancos è Bellingham. Subito dopo, però, ci sono Fernandez e l’ex Sassuolo.

Locatelli cedibile
Locatelli ©LaPresse

Per Massimiliano Allegri non ci sarebbe problema. È disposto a privarsi di Locatelli, magari a fine stagione, proprio ler arrivare a De Paul. Chi può invece partire subito è Weston McKennie. È chiaro, la Juventus, di fronte a un’offerta di venti milioni di euro, potrebbe cedere il centrocampista americano. McKennie piace al Borussia Dortmund, al Tottenham e al Chelsea.

Il mister juventino ha però chiesto dei rinforzi subito. Il più desiderato è Diogo Dalot del Manchester United. Non sarebbe poi da escludere un affare che porta a Rick Karsdorp della Roma, da prendere low-cost, vista la situazione critica fra giocatore e club. Il problema è che Rick vorrebbe lasciare l’Italia, magari per giocare in Spagna. Infine alla Juve piacerebbe anche Fresneda del Vallaloid.

De Paul, sogno impossibile per l’Inter

A De Paul, invece, non dispiacerebbe affatto tornare in Italia. L’argentino piace a moltissime squadre: è un jolly che farebbe comodo ovunque. Ed è proprio una bella rivincita per Rodrigo, che fino a un mese fa veniva dato in parabola discendente. Scaricato da Simeone, il centrocampista su è rivelato un elemento fondamentale per il ct Scaloni.

Diego Simeone su De Paul
Diego Simeone ©LaPresse

Tutto ciò ha però danneggiato l’Inter, che pensava di poter sfruttare il momento buio in Spagna per chiederlo in prestito con diritto di riscatto.

Si parlava anche di un’offerta dell’Atletico per Hakan Calhanoglu di soldi più De Paul. Il club allenato da Diego Simeone, in pratica, avrebbe proposto prima del Mondiale Rodrigo De Paul più  15 milioni per il turco.

Ma dopo il Mondiale tutto ciò è diventato più che improbabile. L’ex centrocampista dell’Udinese si è dimostrato un campione: roccioso in interdizione, indispensabile con le sue cavalcate e prezioso come uomo spogliatoio.

In Argentina scrivono che De Paul sarebbe stato decisivo per avere Leo Messi in Qatar. Pare infatti che siano stati proprio De Paul e Paredes a convincere la Pulce a non abbandonare la Nazionale dopo la delusione di Russia 2018.