Oltre Thuram: altre 4 occasioni a zero per l’attacco dell’Inter

0
21

Non c’è solo Markus Thuram: oltre al francese, l’Inter potrebbe valutare altre quattro occasioni a zero per l’attacco. Il punto è prendere un calciatore di peso e affidabile senza spendere un euro

L’Inter vuole riprovarci. O meglio: è costretta a farlo… Per piazzare qualche importante colpo per la prossima sessione estiva di mercato bisognerà insistere sui parametri zero. Marotta e Ausilio sono diventati quasi degli specialisti.

7 occasioni a zero per l'Inter
Thuram ©LaPresse

Dopo aver preso Calhanoglu e Onana senza versare un euro, i dirigenti dell’Inter si preparano a considerare altre occasioni a zero per giugno. I nomi caldi sono quelli di Marcus Thuram per l’attacco e di Chris Smalling per la difesa. Soprattutto sul francese ci sono diversi problemi. Il ragazzo potrebbe trasferirsi già a gennaio in una delle tante squadre che lo seguono, oppure scegliere a giugno un club in grado di garantirgli un ingaggio più alto.

Per l’Inter ci sono comunque delle alternative, quattro in particolare, e tutte a zero. Ovviamente si tratta di trattative delicate. I profili in questione sono spesso corteggiati da decine di squadre blasonate e hanno pretese contrattuali spaventose. Tanto per dire: quest’anno in scadenza ci sono anche Messi e Benzema. Ovviamente, l’Inter non proverà ad accostarli nemmeno con la fantasia, dato che probabilmente rinnoveranno con i rispettivi club o migreranno verso altre società in grado di garantir loro ingaggi faraoici.

Non solo Thuram: i quattro attaccanti in scadenza contrattuale che piacciono all’Inter

La redazione di calciomercato.it ha provato a fare dei nomi, immaginando quali possano essere i profili a zero abbordabili dalla società nerazzurra. Quattro occasioni a zero per l’Inter: giocatori di grande levatura tecnica e dal nome importante.

4 occasioni a zero per l'attacco
Zaha ©LaPresse

Il primo nome da evocare è quello di Wilfried Zaha, trentenne ivoriano che potrebbe non rinnovare con il Crystal Palace. Pare però che l’attaccante stia già valutando offerte dalla Spagna (su di lui ci sono sia il Barcellona che il Siviglia) e dalla Francia (il Marsiglia). A Inzaghi, uno come Zaha farebbe molto comodo: sarebbe il profilo ideale per dare velocità e imprevedibilità al reparto avanzato. In pratica un upgrade notevole rispetto al deludente Correa.

Zaha è innanzitutto un calciatore agile e bravo nei dribbling. Non è mai stato un ottimo finalizzatore ma è in grado di fornire assist e di creare superiorità numerica grazie alla sua velocità.

Un altro nome già seguito dall’Inter è quello di Youssoufa Moukoko, promessa diciottenne del Borussia Dortmund. Ma il ragazzo sembra destinato ad altri palcoscenici. Su di lui ci sono il Chelsea, lo United, il City, il Liverpool, il Newcastle e il Barcellona. Insomma, l’Inter sembra una Cenerentola in mezzo a tanta potenza economica e societaria.

Il sogno Firmino

Se non dovesse essere ceduto già a gennaio, Memphis Depay potrebbe essere uno dei calciatori con cui parlerà l’Inter. Depay sarebbe comunque una seconda scelta di lusso in caso di mancato ingaggio di Thuram. E Inzaghi sembra soddisfatto anche di una simile suggestione.

Firmino a zero all'Inter
Roberto Firmino ©LaPresse

L’altro profilo che l’Inter potrebbe cercare di lusingare con una proposta entro giugno è quello di Firmino, un vecchio pallino di Ausilio. Come vi anticipammo in un vecchio articolo, i dirigenti nerazzurri hanno in progetto di tentare un approccio con gli agenti di Roberto Firmino. A Liverpool pare il brasiliano si senta poco apprezzato e che voglia ora riciclarsi altrove, magari in Italia.

E poi c’è la riserva delle riserve. Qualora nessuno di questi quattro nomi alternativi a Thuram potesse essere praticabile, Piero Ausilio potrebbe anche buttarsi a sorpresa su Moussa Dembele, che finora ha giocato poco e male in Ligue 1 e vuole ripartire al più presto con una nuova avventura.