Flop Milan: De Ketelaere poteva andare all’Inter

0
15

Il fantasista è il peggior acquisto rossonero di questa stagione, per poco non ci è cascata la dirigenza nerazzurra nel giro degli ultimi anni di mercato

Era stato indicato come uno dei più grandi astri nascenti del panorama calcistico europeo, una sorta di versione 2.0 del connazionale Kevin De Bruyne. Eppure, per quanto visto finora, Charles De Ketelaere è soltanto l’ombra della sua immagine passata al Club Brugge.

De Ketelaere flop Milan, retroscena Inter
Charles De Ketelaere ©LaPresse

Per molti si tratta soprattutto di una questione di mal-ambientamento: il calciatore, giunto a Milano nel corso della passata sessione estiva di mercato per una cifra vicina ai 35 milioni di euro, non ha avuto modo di dare sfoggio delle sue qualità nella prima metà di stagione per scelta tecnica. Il tecnico rossonero Stefano Pioli ha infatti preferito adoperare i soliti volti noti, buona parte degli stessi che lo hanno condotto alla vittoria dello Scudetto, fra cui anche lo stesso Brahim Diaz che – seppur differente per fisicità ed atletismo – conserva caratteristiche simili al belga ed occupa la medesima posizione in campo. Assenza di minuti nelle gambe è sinonimo, inevitabilmente, di tanta ombra in panchina e poca luce sotto i riflettori.

Sfruttare le poche occasioni a disposizione, poi, non è una delle qualità migliori di De Ketelaere. Partito dal primo minuto nella sfida di Coppa Italia giocata ieri contro il Torino, il calciatore è stato schierato fuori ruolo come ‘falso 9’ al posto di Giroud, vera punta, proprio davanti al compagno di reparto spagnolo. Il suo apporto alla manovra è stato lontano dagli standard rossoneri, navigando nell’area di rigore come un pesce fuor d’acqua e tentando in tutti i modi di spingere il pallone in rete senza un apparente senso logico. Merito anche della difesa granata, molto attenta, e di un comparto offensivo molto dinamico che ha schiacciato il Milan al di là della linea mediana del terreno di gioco.

Calciomercato, retroscena su De Ketelaere: nerazzurri ‘fortunati’

De Ketelaere, insomma, è la grande delusione di Pioli. Dacché si nutrivano grandi speranze sul suo conto, adesso la situazione è drasticamente involuta verso nuovi dubbi e perplessità. Si tratta dell’uomo giusto per i rossoneri? Una domanda alla quale l’Inter, eterna rivale, preferisce non dare risposta, lasciando loro la gestione dei propri affari. Un lavarsene le mani in modo sincero e sacrosanto, considerato che De Katelaere non è un calciatore nerazzurro. Fortunatamente per la dirigenza, si potrebbe aggiungere.

De Ketelaere flop Milan, retroscena Inter
Charles De Ketelaere ©LaPresse

Tornando indietro nel tempo ad un paio di stagioni fa, quando il belga stupiva con la maglia del Brugge anche in Champions League, l’Inter aveva messo gli occhi su di lui al pari dei cugini. Il clamoroso retroscena rivela addirittura che l’interesse mostrato da parte di Giuseppe Marotta era tale da aver preso seriamente in considerazione il suo acquisto. Un investimento di non poco conto, dimostrato dal dispendio economico cui ha dovuto far fronte Paolo Maldini. Le difficoltà monetarie della società nerazzurra hanno però scongiurato l’operazione, in modo del tutto fortunoso. L’Inter l’ha scampata, per un nonnulla. E adesso pensa al proprio mulino cercando di macinare punti utili in classifica, conscia delle gravi disattenzioni rossonere nell’ultimo periodo di stagione.