Nuovo colpo a zero: incontro in sede con l’agente

0
23

crcrL’Inter studia con attenzione l’evoluzione di un incontro che si terrà oggi fra l’agente di un calciatore in scadenza e club di appartenenza. C’è ancora speranza di poterlo prendere a zero: Marotta ci crede

James Featherstone, agente di Chris Smalling, è a Trigoria. Ed è escluso che sia passato solo per un saluto ai dirigenti. La situazione del difensore inglese è nota: il trentatreenne è in scadenza ed è corteggiato da molte squadre di Serie A e di Premier.

Incontro con agente, Marotta ci crede
Beppe Marotta ©LaPresse

Anche l’Inter, che è una delle società più forti al momento su Smalling, osserva con l’opportuna apprensione, anche se da lontano, ciò che sta succedendo a Roma per l’incontro in sede fra l’agente del difensore e i dirigenti giallorossi. Il club della Capitale vuole che Smalling rinnovi, per evitare un nuovo caso Mkhitaryan, ma Smalling potrebbe anche avere pretese troppo alte.

A Roma si parla di un accordo di prolungamento abbastanza probabile. Pare infatti che l’inglese non sia stufo di giocare in giallorosso. Tuttavia bisogna risolvere alcuni nodi importanti. Sullo stipendio, Smalling vorrebbe conservare quello attuale, cioè di 3,8 milioni, mentre la Roma vorrebbe scendere a 3. Quindi c’è il problema della durata del prolungamento. Sembra infatti che i dirigenti della Roma siano disposti a offrire un biennale. Ed è spuntata fuori anche l’ipotesi di un contratto triennale a cifre spalmate (3,2 a stagione, per esempio).

Che Smalling voglia chiudere la carriera in Italia non è più un mistero per nessuno. In Inghilterra, per esempio, danno per scontato che non si farà rivedere presto. Ma c’è anche chi crede che il difensore possa aver già ceduto alle sirene interiste. Per la Roma, comunque, sarebbe un bel guaio perdere uno come Smalling. Ecco perché la proprietà ha fatto sapere di essere disposta ad accontentare, entro certi limiti, le richieste dell’agente durante l’incontro in sede.

Incontro in sede fra i dirigenti della Roma e l’agente di Smalling: l’Inter ci crede

Smalling sta bene anche con José Mourinho. Anzi, secondo molti l’ex Manchester United sta giocando meglio da quando il portoghese è sulla panchina giallorossa. In più si è innamorato dell’Italia, e già l’estate scorsa avrebbe rifiutato un’offerta dalla Premier. Ecco perché in casa Roma c’è abbastanza ottimismo. Ma ovviamente c’è anche paura, dati i dolorosi precedenti. ma anche cautela. L’agente di Smalling potrebbe giocare al rialzo proprio perché convinto di poter accasare il suo cliente a Milano.

Marotta ancora su Smalling
Smalling ©LaPresse

Com’è ormai noto da tempo Beppe Marotta crede che il difensore inglese possa essere un innesto positivo per l’Inter, soprattutto da svincolato. Smalling entrerebbe all’Inter come sostituto di Stefan de Vrij, il cui rinnovo è ancora in bilico e le cui ultime prestazioni non hanno esaltato allenatore e tifosi.

Siamo quindi giunti alle famigerate ore decisive per il futuro di Chris Smalling alla Roma. Mentre Inter e Juventus osservano la situazione con vivo interesse. Non ci sono infatti soltanto i nerazzurri sul trentatreenne inglese: anche i bianconeri pensano a Smolling come ottimo affare per la prossima stagione.

In giro si dice che Marotta si sia già mosso, sicuro di poter ripetere l’affare Henrikh Mkhitaryan. Il problema è che l’ad interista non ha potuto parlare di soldi né promettere una commissione elevata a James Featherstone, data la condizione finanziaria del club.

L’opposizione della Roma sarà strenua. Friedkin non vuole assolutamente perdere a zero l’ex Manchester United. Lo ha spiegato anche Tiago Pinto: i giallorossi credono nel rinnovo e pensano di poter accontentare Smalling. Presto sapremo com’è andato a finire l’incontro, e di conseguenza capiremo quale sarà il futuro dell’inglese, che piace tanto sia a Mourinho che a Inzaghi e ad Allegri!