Inter, tutto fatto: un altro talento vola in Premier

0
14

L’Inter ci aveva forse provato, ma ha ritenuto di non poter spendere più di 5 milioni per un giocatore che ha compiuto da poco vent’anni e che ha giocato appena una trentina di partite con i professionisti: ci ha creduto di più una squadra di Premier che ora è vicinissima a ingaggiare il talento

Baccin e Ausilio stavano studiando negli ultimi mesi le prestazioni del Vélez in Argentina per seguire un centrocampista mancino classe 2023. Ora, però, arriva la notizia dell’ingaggio da parte del Manchester City.

Piero Ausilio perde l'affare
Piero Ausilio ©LaPresse

Cresciuto nel settore giovanile del Vélez Sarsfield, Máximo Perrone ha esordito in prima squadra nel marzo 2022 e ha segnato la prima rete a metà maggio dello stesso anno in occasione dell’incontro di Coppa Libertadores vinto per 2-3 contro il Nacional. Ausilio avrebbe voluto bloccarlo, ma il club argentino ha sparato troppo alto. Così, sul centrocampista è cresciuto l’interesse da parte di Pep Guardiola.

Pare che il manager del City abbia parlato più volte con Javier Mascherano, allenatore degli Under 20 argentini, proprio di Perrone, pregandolo di convincerlo di trasferirsi in Premier League.

Secondo quanto riportato dal portale argentino TyC Sports, il Manchester City avrebbe già trovato un accordo di massima con il presidente del Vélez Sarsfield per il trasferimento della giovane promessa Màximo Perrone. I Citizens dovrebbero versare quindi nelle casse del club argentino 9 milioni di euro circa. Cifra a cui l’Inter non sarebbe mai arrivata.

Il ragazzo non si trasferirà subito in Inghilterra. Bisogna attendere la fine del torneo sudamericano Under 20. Dopodiché, il classe 2003 raggiungerà Manchester per svolgere gli opportuni accertamenti medici e firmare il contratto.

Un altro talento inseguito dall’Inter vola in Premier

Il talento ventenne del Vélez Sarsfield è stato più volte descritto in Argentina come il “nuovo Enzo Fernandez”. Piaceva all’Inter, al Benfica, al Newcastle, al Brighton e appunto al City. La trattativa ha subito un’accelerata quando Guardiola ha subodorato una possibile offerta da parte dei portoghesi.

Perrone al City
Perrone ©LaPresse

Nato nel 2003 a Buenos Aires, il ragazzo è uno dei migliori prospetti degli ultimi anni del settore giovanile del Vélez di Gabriel Heinze, che pare sia un suo grande estimatore.

Marca lo dà da tempo come vicinissimo al Manchester City, ma il suo trasferimento poteva saltare, quando Newcastle, Benfica e Wolverhampton si sono inseriti nella trattativa. Il contratto del ragazzo scadeva il dicembre 2023, con una clausola rescissoria di 9,5 milioni di euro.

Affare da 8 milioni

Qualcuno ha paragonato Perrone addirittura a Fernando Redondo e Frankie de Jong. Anche se il giovane ha affermato più volte di ispirarsi a Sergio Busquets. Di certo il giovane ha mostrato visione di gioco, classe e buone qualità fisiche. Calcia benissimo con il sinistro ed è ottimo negli inserimenti.

Fatta per Perrone al City
Perrone ©LaPresse

Con la maglia biancazzurra della squadra del Fortín (prima agli ordini di Mauricio Pellegrino e poi di Alexander Medina) ha disputato in tutto 33 partite, con 3 goal e 2 assist. E ha offerto anche un’ottima prestazione in Copa Libertadores. Proprio in quell’occasione il ragazzo ha impressionato gli osservatori del City e dell’Inter.

Un anno dopo Julian Alvarez, il Manchester City sta dunque per ufficializzare l’arrivo di un altro talento pronto per la Premier, un prospetto su cui l’Inter potrebbe nutrire molti rimpianti in futuro.