“Fallimentare”: Cassano ‘distrugge’ ed esonera Inzaghi

0
10

L’ex calciatore nerazzurro ci va giù sul pesante e critica a tutti gli effetti Inzaghi. Non mancano le polemiche anche nei confronti dell’Inter. Ecco cos’è accaduto

Al termine di InterEmpoli, match giocatosi ieri sera al ‘Meazza’, si è così concluso il girone d’andata dei nerazzurri: terminato, per la precisione, con 12 vittorie, 1 solo pareggio e addirittura 6 sconfitte. Poche, pochissime le note di rilievo da segnalare in favore della squadra di Inzaghi in questi primi sei mesi di stagione…con un solo ed unico assillo che sta, oramai, diventando man mano cosa sempre più concreta.

Inzaghi 'bocciato' da Cassano dopo Inter-Empoli
Simone Inzaghi – interlive.it

A dirla tutta, infatti, i nerazzurri hanno, quasi, sicuramente perso il proprio treno scudetto. Tanti, troppi gol subiti da Bastoni e i suoi, 25 per la precisione, e addirittura 6 sconfitte rimediate, sin qui, in campionato (le stesse dell’Empoli per intenderci). È, quindi, ovvio che l’Inter, una volta arrivata a questo punto, debba cambiare immediatamente il proprio trend in positivo: se vuole perlomeno rientrare tra le prime quattro della classe a fine stagione. 13 punti di distacco dalla prima in classifica, per dipiù a gennaio, sono tantissimi: motivo per cui il momentaneo obiettivo, più che ridimensionato, dev’essere, ora, quello di figurare, perlomeno, nella prossima edizione di Champions League. E’ proprio questa cosa, non a caso, a tenere in ballo la permanenza, o meno, di Simone Inzaghi.

Qualora, infatti, la ‘Beneamata’ non dovesse centrare il seguente traguardo, sarebbe proprio in quel momento che si manifesterebbe una profonda e amara delusione, non soltanto per tutta l’Inter – dove a risentirne sarebbero le loro casse economiche, tra l’altro – ma anche per il tecnico piacentino in primis…Il quale sarebbe, sicuramente, lui in prima persona a pagarne le conseguenze (con la via dell’esonero chiaramente). E’ innegabile, non a caso, il fatto che Inzaghi abbia alcuni limiti di troppo: come, ad esempio, quello di aver preso nel corso del match di ieri sera – e non solo – alcune decisioni alquanto discutibili.

La scelta di puntare, nuovamente, su Correa dal 1′ si è, infatti, rivelata totalmente inadatta, al punto che il calciatore stesso è stato poi sostituito a inizio secondo tempo da Bellanova (altra scelta che ha, poi, generato alcune polemiche). Diciamo, insomma, che sul web non si è scatenato il ‘putiferio’, ma quasi…E a parlarne del tutto, è stato proprio l’ex calciatore Antonio Cassano, passato anche tra le fila dell’Inter una decina d’anni fa.

Cassano al veleno sull’Inter: “Stagione fallimentare la loro. Vi dico solo che Inzaghi rischia a giugno”

“L’Inter è entrata in campo con l’idea di essere più forte e pensando di essere già 3-0, ma ha fatto male i conti. Se non hai un’identità ben precisa non puoi sperare di avere sempre qualcuno che te la risolva. Anche in 11 contro 11, l’Empoli stava giocando molto meglio. C’è stata una confusione allucinante e la cosa ancor più brutta, è che poi ti ritrovi in 10 uomini e arrivi a togliere un attaccante, continuando a difendere a 5″.

Cassano 'boccia' Inzaghi dopo Inter-Empoli
Antonio Cassano – interlive.it

Ha esordito così Antonio Cassano, una volta intervenuto nella trasmissione della ‘Bobo Tv’ condotta sul web, assieme agli amici: Nicola Ventola, Bobo Vieri e Lele Adani. L’ex interista, non si è minimamente risparmiato e ha, di fatto, ribadito più e più volte il proprio pensiero, concludendo in questa maniera: “E’ stata una partita orribile. La squadra ha giocato malissimo e l’allenatore ha compiuto robe allucinanti. Ad oggi sono dell’idea che l’Inter abbia fatto una stagione fallimentare: per lo scudetto è finita. Già nella scorsa annata, hanno buttato uno scudetto al ce**o e ora si ritrovano, per giunta, a -13 dal Napoli. Dovranno farsi due domande e secondo me c’è da cambiare guida tecnica. Salvo clamorose vittorie, io penso che l’Inter sarà, praticamente, costretta a dover cambiare. Mi è dispiaciuto anche per Bellanova, lui e Correa fanno una fatica assurda”.