Svolta Inter in difesa: rescinde e poi firma gratis

Ecco la possibile svolta: l’Inter ha scelto l’uomo su cui puntare in difesa, da prendere gratis o con un investimento minimo. Tutti gli scenari

Il difensore su cui l’Inter vorrebbe puntare nasce terzino, ma da anni gioca con personalità come braccetto destro. I nerazzurri vorrebbero prenderlo da svincolato, dato che il giocatore potrebbe rescindere in anticipo il contratto che lo lega all’attuale squadra. Ma è anche possibile che ci sia una trattativa al ribasso: la dirigenza nerazzurra è pronta a investire un paio di milioni.

Ausilio lavora a un colpo in difesa
Ausilio (LaPresse) – interlive.it

Il difensore scelto è Azpilicueta del Chelsea. A trentatré anni, quasi trentaquattro, lo spagnolo non è un profilo in linea con le disposizioni dettate da Marotta un mesetto fa per il mercato, e cioè coerente al piano di investire su giovani dall’ingaggio contenuto.

Il possibile colpo prende più di 7 milioni all’anno dal Chelsea, con cui ha ancora un anno di contratto. Eppure i Blues vorrebbero sbarazzarsene, e al più presto, nonostante il calciatore sia un simbolo per la tifoseria e uno dei leader in spogliatoio. Appare dunque verosimile che si stia lavorando per chiudere un affare.

Il Chelsea potrebbe liberare lo spagnolo a zero, permettendo all’Inter di ingaggiare il rinforzo per la difesa gratis, oppure potrebbero chiedere una cifra simbolica, da intendere magari come un pegno per arrivare al rinnovo del prestito di Lukaku.

Colpo gratis in difesa: arriva Azpilicueta, l’ex pupillo di Conte

I tifosi interisti non sembrano molto soddisfatti. Resta da capire se la dirigenza ha scelto Azpilicueta come sostituto di Skriniar oppure come rinforzo chiamato a prendere il posto di D’Ambrosio, che non ha ancora rinnovato. Cambierebbe molto. Ma l’impressione è che Ausilio voglia chiudere al più presto per lo spagnolo, dato che altrove non scorge altre possibilità interessanti di mercato.

Azpilicueta all'Inter?
Cesar Azpilicueta (LaPresse) – interlive.it

Azpilicueta, dal canto suo, vuole lasciare il Chelsea. Per provare una nuova esperienza, scrivono in Inghilterra. E, a quanto pare, non gli dispiacerebbe accasarsi per un paio di anni all’Inter. Di certo lo spagnolo ama il Chelsea ed è sempre stato super rispettoso nei confronti del club. Per questo è facile ipotizzare che la separazione sarà serena.

Il difensore navarrese piace anche al Bayern Monaco mercoledì. Ma i dirigenti dell’Inter sono ottimisti. Si dice che Ausilio stia lavorando a un affare complessivo tra i 2 e i 3 milioni di euro. Il problema è che il colpo gratis in difesa renderà ancora più anziana la rosa e non alleggerirà il monte ingaggi. Per questo è difficile spiegarsi l’interesse per lo spagnolo.

Tatticamente, il giocatore c’è: come braccetto destro è stato forgiato da Antonio Conte. Ma può essere utile anche sulle fasce. Proprio come D’Ambrosio. Rispetto al campano, lo spagnolo è ancora veloce e sa dribblare e tirare da fuori. Ma avrà anche più pretese di giocare titolare.

Un innesto utile ma poco lungimirante

Sembra che l’Inter voglia continuare a vivere alla giornata, senza programmare. E forse non c’è alternativa, perché le casse del club non permettono investimenti rilevanti su questo piano. Non è neanche possibile rischiare, dato che Zhang punta ad autofinanziare la società con le vittorie.

Azpilicueta: un rinforzo per la difesa
Azpilicueta con la maglia del Chelsea (LaPresse) – interlive.it

Prodotto giovanile dell’Osasuna, Azpilicueta ha trascorso tre stagioni nella Liga prima di passare al Marsiglia dove ha vinto parecchio e si è segnalato come un ottimo laterale sinistro. Passato nel 2012 al Chelsea è diventato un giocatore di livello superiore. Con i Blues ha collezionato più di cinquecento presenze, ed è dunque il giocatore con il record di presenza nel club londinese.

Come capitano ha vinto con il Chelsea l’Europa League nel 2019, la Champions League nel 2021 e la Coppa del mondo per club nel 2021. Con la Spagna ha giocato con l’Under-19 e l’Under-21, e poi è stato titolare fisso per molti anni nella Nazionale maggiore: ha partecipato a tre Mondiali. Insomma, esperienza internazionale ne ha.

Impostazioni privacy