Affare a parametro zero: settebello Inter in cinque anni

I nerazzurri si riconfermano, nelle persone di Marotta e Ausilio principalmente, veri e propri assi del mercato. Tutti gli affari a titolo gratuito dal 2018 a oggi

Grazie all’imminente arrivo a parametro zero di Marcus Thuram alla corte di Simone Inzaghi, l’Inter ha già incominciato a ridisegnare il proprio reparto avanzato in vista della prossima stagione.

Marcus Thuram (LaPresse) – interlive.it

Un rinforzo, questo, che permetterà ai nerazzurri non soltanto di accogliere una nuova pedina all’interno del proprio roster – verosimilmente al posto del partente Edin Dzeko, accasatosi a sua volta al Fenerbahce – ma che consentirà, inoltre, proprio alla ‘Beneamata’, di risparmiare dal punto di vista del monte ingaggi.

A differenza del bosniaco infatti, calciatore che al lordo veniva a pesare quasi 9,5 milioni di euro lordi l’anno, Marcus Thuram – anche grazie al prezioso supporto del Decreto Crescita – verrà a costare all’intera società del ‘Biscione’ 8 milioni di euro a stagione. Un risparmio, dunque, che permetterà a breve all’Inter di ammortizzare i propri costi societari contando, peraltro, sul fatto che il francese possiede undici anni in meno rispetto all’ex Roma.

Un altro colpo, insomma, che certifica ancora una volta tutta quella che è la bravura di esperti dirigenti come Marotta e Ausilio nell’andare a scovare – pur avendo a propria disposizione un budget totalmente irrisorio – nuove ed ulteriori opportunità di mercato.

C’è da essere sinceri però. Questo, non è affatto il primo acquisto che viene portato a termine da parte dell’intera dirigenza nerazzurra a parametro zero, in quanto, proprio Marotta e Ausilio hanno, in tutti questi ultimi anni, dato sempre e comunque modo di mettere in risalto tutte quelle che sono le loro qualità di negoziazione.

Thuram è il settimo acquisto a parametro zero dal 2010 ad oggi: Inter, ti sei regalata un altro colpo gratuito

Con l’ormai imminente acquisto di Marcus Thuram, l’Inter si è assicurata, dal 2018 ad oggi, il suo settimo colpo a titolo prettamente gratuito soffiandolo, questa volta, ai loro cugini rivali del Milan.

Anche Thuram nella lista dei colpi a zero dell'Inter
Marcus Thuram (LaPresse) – interlive.it

E’ proprio da qui, non a caso, che – come già anticipato – si evince tutta quella che è l’esperienza dell’intera dirigenza dell’Inter nell’andare alla ricerca di determinati profili di valore a basso costo o, talvolta, proprio come accaduto in quest’altra circostanza, a costo nullo.

Si, perché l’ennesima prova, la si era già avuta in occasione della finale di Champions dove i nerazzurri sono scesi in campo, da titolari per di più, con cinque calciatori pagati, letteralmente, ‘una miseria’. Questo perché, oltre ai soli Onana e Calhanoglu – acquistati a zero – hanno figurato sul manto erboso dell’Ataturk Olympic Stadium’ di Istanbul anche alcuni atleti come Darmian, Acerbi e Dzeko: pagati rispettivamente 2,5 milioni, 4 milioni di euro col riscatto ed infine il bosniaco, su per giù, 2 milioni.

Proprio l’estremo difensore camerunense ed il forte centrocampista turco, passato anche lui a zero all’Inter cambiando solamente sponda di Milano, fanno parte di quella lunga lista di affari a titolo gratuito sottoscritti negli anni.

Questo perché, dal 2018 ad oggi – anno in cui, non per niente, arrivò proprio lo stesso Marotta – la ‘Beneamata’ ha messo a segno ben sette colpi di mercato a parametro zero. Pensiamo, quindi, a: Godin, de Vrij, Asamoah, Calhanoglu e Onana – per l’appunto – ed, infine, Mkhitaryan (oltre all’imminente affare Thuram). Giù il cappello, dunque, per l’intera dirigenza nerazzurra.

Impostazioni privacy